Stela Moraru-Pavel, Mihaela-Victoria Munteanu, Olivia-Maria Marcov iunie 2009, USH, Drept

Stela Moraru-Pavel, Mihaela-Victoria Munteanu, Olivia-Maria Marcov iunie 2009, USH, Drept

Petrutu Crãciunas anii 1976 la Marea Mediterana Algeria

Petrutu Crãciunas anii 1976 la Marea Mediterana Algeria

Clasa 9-12 V 1982-1986 in 7 iulie 2006 liceul N Balcescu Bucuresti, Romania

Clasa 9-12 V 1982-1986 in 7 iulie 2006 liceul N Balcescu Bucuresti, Romania

Clasa 12 V Colegiul National Sf Sava promotia 1986

Clasa 12 V Colegiul National Sf Sava promotia 1986

Jésus-Christ, Jezu Ufam Tobie, Isuse mã încred in tine

Jésus-Christ, Jezu Ufam Tobie, Isuse mã încred in tine

Iulia Motoc Bucharest Romania CEDO

Iulia Motoc Bucharest Romania CEDO

Iulia Motoc Patriarhie, Turnul Clopotnita din 1698, 8 septembrie 2013

Iulia Motoc Patriarhie, Turnul Clopotnita din 1698, 8 septembrie 2013

Petrutu, prietenul meu din copilaria, Aurora si Tutzu (Petru) Craciunas parintii lui (Algeria)

Petrutu, prietenul meu din copilaria, Aurora si Tutzu (Petru) Craciunas parintii lui (Algeria)

Sr Dominique, Renée, Olivia, Corina R., Anca, Victoria si Iudit (Ungaria), Ruxandra, Monica ...

Sr Dominique, Renée, Olivia, Corina R., Anca, Victoria si Iudit (Ungaria), Ruxandra, Monica ...

Petrutu Crãciunas si Stephanie White Mountain

Petrutu Crãciunas si Stephanie White Mountain

Sr. Georges, Renée, Marie-Lucie, Suzanne, Octavie, Dominique, RDC Constantine

Sr. Georges, Renée, Marie-Lucie, Suzanne, Octavie, Dominique, RDC Constantine

Olivia Maria Marcov si Corina Resl Scoala Catolica Doctrina Crestina Constantine

Olivia Maria Marcov si Corina Resl Scoala Catolica Doctrina Crestina Constantine

Scoala Catolica Doctrina Crestina Constantine Algeria 1972 1976

Scoala Catolica Doctrina Crestina Constantine Algeria 1972 1976

Mihai Miriunis, Laura Simion, Mihai-Ionut Taciu colegii mei de facultate

Mihai Miriunis, Laura Simion, Mihai-Ionut Taciu colegii mei de facultate

Peter-Jacob Hehn Petrutu's friend Canada

Peter-Jacob Hehn Petrutu's friend Canada

Prof.dr.Dorel Zugravescu, ing.J.-B.Deloly, Olivia Maria Marcov, prof.dr.Ieronim Mihaila

Prof.dr.Dorel Zugravescu, ing.J.-B.Deloly, Olivia Maria Marcov, prof.dr.Ieronim Mihaila

Iulia Motoc 15 august 2013

Iulia Motoc 15 august 2013

Laura Simion, colega mea de la Drept, USH, Bucharest

Laura Simion, colega mea de la Drept, USH, Bucharest

Prof.dr.NIcolae Marcov ( father ) si prof.Udriste

Prof.dr.NIcolae Marcov ( father ) si prof.Udriste

Prof.dr.Florin Munteanu si Leon Zagrean

Prof.dr.Florin Munteanu si Leon Zagrean

Prof.dr.Ieronim Mihaila, ing.J.-B.Deloly AIRAMA, Olivia Marcov

Prof.dr.Ieronim Mihaila, ing.J.-B.Deloly AIRAMA, Olivia Marcov

Jesus-Christ

Jesus-Christ

Tatal meu Nicolae Marcov, Revedere colegi liceu Gh.Sincai, promotia 1959, in 31/oct./2013

Tatal meu Nicolae Marcov, Revedere colegi liceu Gh.Sincai, promotia 1959, in 31/oct./2013

Olivia Maria N. Marcov, august 2006, Bucuresti

Olivia Maria N. Marcov, august 2006, Bucuresti

Sorin Tilie, Silviu Marcov, Olivia Maria Marcov, septembrie 2003 Bucuresti

Sorin Tilie, Silviu Marcov, Olivia Maria Marcov, septembrie 2003 Bucuresti

Olivia Maria Marcov, Alexandra Georgescu, Adrian Pafa, Bianca Eftimie, aug.2009, Bucharest

Olivia Maria Marcov, Alexandra Georgescu, Adrian Pafa, Bianca Eftimie, aug.2009, Bucharest

Stéphanie Crãciunas Peter Hehn and Stéphanie's cousin, Canada

Stéphanie Crãciunas Peter Hehn and Stéphanie's cousin, Canada

Maica Domnului cu pruncul, Rugaciune la aprinderea candelei

Maica Domnului cu pruncul, Rugaciune la aprinderea candelei

Mission to Magadan Sister Miriam praying the rosary June 24 2014

Mission to Magadan Sister Miriam praying the rosary June 24 2014

The Catholic Parish of the Sacred Heart of Jesus, Constantine Algeria 1972 1976

The Catholic Parish of the Sacred Heart of Jesus, Constantine Algeria 1972 1976

Laura Adriana Bucharest Romania July 2009

Laura Adriana Bucharest Romania July  2009

Olivia Maria Marcov December 2007 Bucharest Romania Cristi s Birthday

Olivia Maria Marcov December 2007 Bucharest Romania Cristi s Birthday

Olivia Maria Marcov si Laura Gabriela Cristea in Aparatorii Patriei anul IV 2008 2009

Olivia Maria Marcov si Laura Gabriela Cristea in Aparatorii Patriei anul IV 2008 2009

Fr Michael Shields Bronislava s gulag number Anchorage USA 2014

Fr Michael Shields Bronislava s gulag number Anchorage USA 2014

Liliana Iacob Barna 8 martie 2014 Bucuresti Romania

Liliana Iacob Barna 8 martie 2014 Bucuresti Romania

Olivia Marcov Liliana Iacob Gratiela Andreescu 20 August 1979 Bucharest Romania

Olivia Marcov Liliana Iacob Gratiela Andreescu 20 August 1979 Bucharest Romania

Liliana Iacob and Gratiela Andreescu Italy Bucharest Romania

Liliana Iacob and Gratiela Andreescu Italy Bucharest Romania

Peter Jacob Hehn Petrutu's friend CANADA

Peter Jacob Hehn Petrutu's friend CANADA

Mission to Magadan Fr Michael Shields Children Saturday Club April 29 2014

Mission to Magadan Fr Michael Shields Children Saturday Club April 29 2014

Professor Nicolae Marcov at the Faculty of Matehmatics str Academiei 14 Bucharest Spiru Haret amph

Professor Nicolae Marcov at the Faculty of Matehmatics str Academiei 14 Bucharest Spiru Haret amph

Professor Nicolae Marcov Faculty of Mathematics 14 str Academiei sector 3 Bucharest

Professor Nicolae Marcov Faculty of Mathematics 14 str Academiei sector 3 Bucharest

Iulia Motoc ORTA ITALY September October 5 2014 Romania

Iulia Motoc ORTA ITALY September October 5 2014 Romania

Iulia Motoc Clasa I 1973 Romania

Iulia Motoc Clasa I 1973 Romania

Professor Ieronim Mihaila Faculty of Mathematics Str Academiei 14 3rd floor Bucharest 2007

Professor Ieronim Mihaila Faculty of Mathematics Str Academiei 14 3rd floor Bucharest 2007

Olivia Maria Marcov Andrei Dobrescu 12 V 30 Martie 2007 Bucharest Romania

Olivia Maria Marcov Andrei Dobrescu 12 V 30 Martie 2007 Bucharest Romania

Iulia Motoc Isla Bella September October 5 2014 Romania

Iulia Motoc Isla Bella September October 5 2014 Romania

Olivia Maria Marcov 1968 1969 in Str Sebastian Bucharest Romania la bunica mea Jeana Mardale

Olivia Maria Marcov 1968 1969 in Str Sebastian Bucharest Romania la bunica mea Jeana Mardale

Olivia Maria Marcov JB Deloly AIRAMA July 20 2012 Bucharest Romania

Olivia Maria Marcov JB Deloly AIRAMA July 20 2012 Bucharest Romania

Olivia Maria Marcov December 1970 School Bucharest Romania

Olivia Maria Marcov December 1970 School Bucharest Romania

Olivia Maria Marcov December 1970 Bucharest Romania

Olivia Maria Marcov December 1970 Bucharest Romania

Olivia Maria, Nicolae, Magdalena, Silviu Marcov, Maria, Irina Craciunas in 1980 Bucharest sector 6

Olivia Maria, Nicolae, Magdalena, Silviu Marcov, Maria, Irina Craciunas in 1980 Bucharest sector 6

Magdalena Marcov my mother and aunt Stefania Sestocenco Bucharest '60

Magdalena Marcov my mother and aunt Stefania Sestocenco Bucharest '60

Olivia Maria, Silviu Marcov, Irina Craciunas' Birthday May 17 1982 Bucharest Romania

Olivia Maria, Silviu Marcov, Irina Craciunas' Birthday May 17 1982 Bucharest Romania

Olivia Maria, Silviu Marcov, Irina Craciuns'Birthday May 17, 1982, 2 years old, Bucharest

Olivia Maria, Silviu Marcov, Irina Craciuns'Birthday May 17, 1982, 2 years old, Bucharest

Olivia Maria Marcov Irina Craciunas Silviu Marcov January 1, 1983 Bucharest

Olivia Maria Marcov Irina Craciunas Silviu Marcov January 1, 1983 Bucharest

Olivia Maria, Silviu Marcov, Silviu Jr.Craciunas, Irina's Birthday, May 17, 1985 Bucharest

Olivia Maria, Silviu Marcov, Silviu Jr.Craciunas, Irina's Birthday, May 17, 1985 Bucharest

Olivia Maria, Silviu Marcov, Silviu Jr., Irina Craciunas' Birthday, May 17, 1985, Bucharest Romania

Olivia Maria, Silviu Marcov, Silviu Jr., Irina Craciunas' Birthday, May 17, 1985, Bucharest Romania

Olivia Maria Marcov in 1969 Bucharest Romania

Olivia Maria Marcov in 1969 Bucharest Romania

Mission to Magadan October 29 2014

Mission to Magadan October 29 2014

Fr Michael Shields of The Heart of Jesus June 4 2014 Magadan Russia USA

Fr Michael Shields of The Heart of Jesus June 4 2014 Magadan Russia USA

Fr Michael Shields of The Heart of Jesus Mission to Magadan E News Oct 2014

Fr Michael Shields of The Heart of Jesus Mission to Magadan E News Oct 2014

The Holy Virgin Mary and the Kremlin Russia December 2014

The Holy Virgin Mary and the Kremlin Russia December 2014

Vladimir Vladimirovich Putin FB page Kremlin Ru En Jan 7 2015

Vladimir Vladimirovich Putin FB page Kremlin Ru En Jan 7 2015

MOSCOW THE CATHEDRAL OF THE IMMACULATE HEART OF MARY ANNA BELOVA

MOSCOW THE CATHEDRAL OF THE IMMACULATE HEART OF MARY ANNA BELOVA

Jesus, The Holy Mother of God Kazanskia by Irina VESELKINA RUSSIA versta-K.ru

Jesus, The Holy Mother of God Kazanskia by Irina VESELKINA RUSSIA versta-K.ru

Vladimir Putin et les enfants orphelins Russie Noel 2014

Vladimir Putin et les enfants orphelins Russie Noel 2014

God and Baby Jesus Ekaterina and Anton Daineko Belarus

God and Baby Jesus Ekaterina and Anton Daineko Belarus

Liliana Iacob Gratiela Andreescu September 2014 Bucharest Romania

Liliana Iacob Gratiela Andreescu September 2014 Bucharest Romania

Gratiela Andreescu Romania Italia

Gratiela Andreescu Romania Italia

Liliana Iacob Barna si Carina Barna 5 iulie 2015 Bucharest Romania

Liliana Iacob Barna si Carina Barna 5 iulie 2015 Bucharest Romania

Vladimir Putin Moscow Russia 2015

Vladimir Putin Moscow Russia 2015

Sr Barbara Hojda Polonia Iunie 2015

Sr Barbara Hojda Polonia Iunie 2015

Sr Barbara Hojda Les Filles de la Charité Magadan Russia 2015

Sr Barbara Hojda Les Filles de la Charité Magadan Russia 2015

Sr Barbara Hojda Les Filles de la Charité Magadan Russia 2015 Pologne

Sr Barbara Hojda Les Filles de la Charité Magadan Russia 2015 Pologne

Fr Michael Shields of The Heart of Jesus April 26 2015 Magadan Russia

Fr Michael Shields of The Heart of Jesus April 26 2015 Magadan Russia

Father Michael Shields of The Heart of Jesus May 21 2015 The Poor Claire Sisters Ireland

Father Michael Shields of The Heart of Jesus  May 21 2015 The Poor Claire Sisters Ireland

Luminita Marina Raileanu psiholog Bucharest Romania July 4 2015

Luminita Marina Raileanu psiholog Bucharest Romania July 4 2015

Sr Barbara Hojda Magadan Russia 13Iulie 2015

Sr Barbara Hojda Magadan Russia 13Iulie 2015

Sr Barbara Hojda Magadan Russia 13 Iulie 2015

Sr Barbara Hojda Magadan Russia 13 Iulie 2015

Vie de Prieres JESUS CHRIST

Vie de Prieres JESUS CHRIST

Olivia Maria Nicolae MARCOV 3 decembrie 2015

Olivia Maria Nicolae MARCOV 3 decembrie 2015

Vladimir Putin, Moscou, Russie, octobre-décembre 2015

Vladimir Putin, Moscou, Russie, octobre-décembre 2015

Irina Vatava Moscalenco la fille de Boris Vatav Ma cousine Chisinau Moldova

Irina Vatava Moscalenco la fille de Boris Vatav Ma cousine  Chisinau Moldova

Tania Trahman la petite fille de Boris Vatav Chisinau Moldova

Tania Trahman la petite fille de Boris Vatav Chisinau Moldova

Natasa la fille aînée de Boris Vatav son mari et Tania Trahman leur fille Chisinau Moldova

Natasa la fille aînée de Boris Vatav son mari et Tania Trahman leur fille Chisinau Moldova

Irina Vatav la fille de Boris Vatav le cousin de mon père de Chisinau Moldova

Irina Vatav la fille de Boris Vatav le cousin de mon père de Chisinau Moldova

Valentina et Boris et Irina Vatav Chisinau Moldova

Valentina et Boris et Irina Vatav Chisinau Moldova

Valentina et Boris Vatav le cousin de mon père Chisinau Moldova 2015

Valentina et Boris Vatav le cousin de mon père Chisinau Moldova 2015

Jesus Christ Iisus Hristos

Jesus Christ Iisus Hristos

NOTRE DAME DE LOURDES PRIEZ POUR NOUS

NOTRE DAME DE LOURDES PRIEZ POUR NOUS

Olivia Maria Marcov 1 Octombrie 2014 Bucharest Romania

Olivia Maria Marcov 1 Octombrie 2014 Bucharest Romania

DUMNEZEU TATAL CERESC SFANT VESNIC VIU ATOTPUTERNIC ATOTTIITORUL

DUMNEZEU TATAL CERESC SFANT VESNIC VIU ATOTPUTERNIC ATOTTIITORUL

Olivia Maria MARCOV 5 Ianuarie Janvier 2016 Bucharest Romania

Olivia Maria MARCOV 5 Ianuarie Janvier 2016 Bucharest Romania

Le mot de Jesus Christ Le Verbe Dieu Sfinte Dumnezeule Sfinte Tare Sfinte Fara de Moarte

Le mot de Jesus Christ Le Verbe Dieu Sfinte Dumnezeule Sfinte Tare Sfinte Fara de Moarte

SFANTUL ARHANGHEL MIHAIL CINE E CA DUMNEZEU NIMENI NU E CA DUMNEZEU SFANT VESNIC VIU ATOTPUTERNIC

SFANTUL ARHANGHEL MIHAIL CINE E CA DUMNEZEU NIMENI NU E CA DUMNEZEU SFANT VESNIC VIU ATOTPUTERNIC

Jesus Misericordia ISUS CRISTOS SI COROANA DE SPINI PATIMILE

Jesus Misericordia ISUS CRISTOS SI COROANA DE SPINI PATIMILE

Olivia Marcov Bogdan Buzoianu 31 janvier 1976 CONSTANTINE ALGERIE

Olivia Marcov Bogdan Buzoianu 31 janvier 1976 CONSTANTINE ALGERIE

Maica Domnului icoana Sf Ap Luca aici MD Vladimir

Maica Domnului icoana Sf Ap Luca aici MD Vladimir

Saint Padre Pio NOS LARMES AU CIEL

Saint Padre Pio NOS LARMES AU CIEL

Profesor fizica Ion MANEA Olivia Marcov cl 12 V 1986 Liceul N Balcescu Colegiul Sf SAVA Bucuresti

Profesor fizica Ion MANEA Olivia Marcov cl 12 V 1986 Liceul N Balcescu Colegiul Sf SAVA Bucuresti

Olivia Maria Marcov Icône de la Mère de Dieu Salvatrice et Secours des Affligés Bucarest Romania

Olivia Maria Marcov Icône de la Mère de Dieu Salvatrice et Secours des Affligés  Bucarest Romania

Silviu Marcov mon frère fratele meu Bucarest Romania

Silviu Marcov mon frère fratele meu Bucarest Romania

Lycée Balcescu Saint Sava 1986 la classe 12 V Bucarest Roumanie 2016

Lycée Balcescu Saint Sava 1986 la classe 12 V Bucarest Roumanie 2016

Lycée Balcescu Saint Sava 1986 Bucarest Roumanie 2016

Lycée Balcescu Saint Sava 1986 Bucarest Roumanie 2016

Notification blogspot.com 17 novembre 2016

Notification blogspot.com 17 novembre 2016

Nasterea Domnului La Naissance du Petit Jésus

Nasterea Domnului La Naissance du Petit Jésus

Jésus-Christ

Jésus-Christ

vineri, 22 ianuarie 2016

Preghiere di Guarigione e Liberazione”, Rugaciuni de vindecare

Preghiere di Guarigione e Liberazione”, Rugaciuni de vindecare

https://www.facebook.com/Preghiere-di-Guarigione-e-Liberazione-267170676694608/?fref=ts



LIBERAZIONE DA TENDENZE CATTIVE CHE PROVENGONO
DAI NOSTRI ANTENATI

Gesù, liberaci da tutte le tendenze, abitudini cattive presenti nel nostro albero genealogico:
le tendenze al gioco, allo sperperare, al bere, alla droga, alla grettezza, al furto.
Dacci
autorità a porre fine ad ogni incorreggibile cattiva abitudine.
Liberaci, o Signore.
Liberaci da tutte le devianze sessuali presenti nel nostro albero genealogico: violenza
sessuale, incesti, omosessualità, pedofilia, prostituzione. Dacci forza per infrangere queste catene di vincoli maligni.
Liberaci, o Signore.
Liberaci da tutti gli idoli che hanno adorato le nostre generazioni precedenti: il denaro, il
potere, il piacere, la casa, i terreni, i gioielli, i titoli. Taglia i vincoli che ci legano a questi
casi di idolatria. Noi scegliamo di servire solo Te, vero Dio, e di vivere secondo la tua
parola. Liberaci, o Signore. Liberaci da tutta la corruzione e la violenza dei nostri antenati
che sono stati truffatori, sfruttatori, torturatori, ricattatori, criminali. Rompi in noi i legami di vendetta, di comportamento violento, di ira e di malignità.
Liberaci, o Signore.
Liberaci da tutto il male compiuto dai nostri antenati spinti dall'odio: odio verso gli altri,
verso se stessi, verso Dio, odio razziale, fanatismo religioso. Poni fine in noi a tutte le
radici dell'odio. Rendi ora il nostro albero genealogico pieno di uomini e donne ricolmi di
amore, datori di vita e salute, di amore e bontà.
Liberaci, o Signore.
GESÙ, abbiamo pregato per l'albero genealogico affinché noi, i vivi, siamo separati dalle
influenze negative dei nostri antenati e loro, i defunti, abbiano il perdono e le grazie
necessarie per entrare nella felicità della vita eterna. Tu hai ascoltato la nostra preghiera. Ci guarirai tutti, vivi e defunti. Ci renderai sani e santi.
Grazie, della tua presenza in mezzo a noi.
Grazie, per la tua misericordia verso di noi e i nostri antenati.
Ora non pensiamo più alla nostra cattiveria e ai peccati dei nostri antenati, ma pensiamo al tuo amore e alla tua bontà. Tu ci ami e ci liberi da ogni negatività e da ogni sofferenza. Ci dai ogni aiuto perché vuoi che tutti noi, vivi e defunti, siamo sempre con Te nella luce,
nella pace, nella gioia eterna.
*
GUARIGIONE DEI MALI CHE COLPISCONO ALCUNI MORTI
Gesù, i nostri antenati forse hanno mancato di amare, sempre e tutti, i loro morti. Ora noi ti preghiamo per le persone della nostra storia familiare che morirono in età precoce, che
morirono dopo lunga agonia, che subirono una morte violenta, uccisi da criminali o in
azione di guerra; che morirono in un modo misterioso, inspiegabile, in un incidente o che
si suicidarono.
Affidiamo a Te tutti questi morti. Fa' che cessi la tendenza verso una morte innaturale e orribile e che d'ora in avanti nelle nostre generazioni si abbia solo una morte serena e cristiana; che tutti possano addormentarsi nella morte circondati dall'amore dei familiari. Vogliamo tener presenti tutti i nostri defunti nel ricordo e nella preghiera, perché siano accolti nella pace della vita eterna. Avvolgi tutto il nostro albero genealogico con il tuo amore che perdona e dona ogni grazia.
Gesù, benedici i nostri morti.
*
GUARIGIONE DEI MALI CHE COLPISCONO I BAMBINI
Gesù, i nostri antenati, col loro comportamento, hanno dato origine a tendenze negative
nei confronti dei bambini: aborti, gravidanze interrotte o indesiderate, bambini non accolti, nascite concepite fuori del matrimonio, abbandono e sequestro dei bambini.
Arresta la continuità di queste abitudini e azioni. Dà a noi la forza di respingerle. Fa' che amiamo sempre i bambini e li educhiamo in modo umano e cristiano. Gesù, benedici i nostri bambini.
*
GUARIGIONE DEI MALI CHE COLPISCONO MATRIMONI E FAMIGLIE
Gesù, i nostri antenati hanno disonorato in vari modi il sacramento del matrimonio, dando
origine a tendenze negative che continuano nei nostri matrimoni: mancanza d'amore,
sentimenti di odio, durezza di cuore, tensione, infedeltà, separazione, divorzio, abbandono e fuga da casa. Interrompi tutte queste tendenze che impediscono relazioni durature e creano infelicità. Fa' che d'ora in poi, nelle nostre famiglie, ci siano matrimoni ben armonizzati, pieni di amore, lealtà, fedeltà, santità.
Gesù, benedici le nostre famiglie.
*
LIBERAZIONE DAI MALI CAUSATI DAL MALIGNO
Gesù, liberaci da tutti i mali causati in noi dagli antenati che partecipavano all'occultismo,
allo spiritismo, alla stregoneria, a sette sataniche. Tronca il potere del maligno che, per
colpa loro, ancora pesa sulle nostre generazioni. Spezza la catena di maledizioni, malefici, opere sataniche che gravano sulla nostra famiglia. Liberaci da patti satanici e legami mentali con i seguaci di satana. Tienici sempre lontano da riunioni spiritiche e da ogni attività con cui satana può continuare ad avere dominio su di noi. Prendi sotto il tuo
potere qualsiasi area che sia stata consegnata a satana dai nostri antenati. Allontana per
sempre lo spirito cattivo, ripara ogni suo danno, salvaci da ogni sua nuova insidia. Solo da Te possiamo avere tutti la vita, la libertà, la pace.
Gesù, liberaci da tutti i mali causati dal maligno.
*
GUARIGIONE DELLE MALATTIE EREDITARIE: FISICHE, MENTALI, PSICHICHE
Gesù, guariscici da tutte le malattie che sono giunte a noi attraverso la generazione.
Guariscici dalle malattie fisiche: del cuore, del sangue, dei polmoni, dell'intestino, delle ossa, della vista e dell'udito, dai tumori e da ogni malattia strana, dalla frigidità e dalla sterilità, dall'impotenza e dalle malattie veneree. Guariscici da tutti i casi di malattie mentali che ci sono stati nella nostra storia familiare: forme di paranoia, schizofrenia, comportamenti depressivi e autodistruttivi. Guariscici da tutte le malattie psichiche: ansie, affanni, depressioni, insicurezze, paure, complessi, tristezze, pensieri di suicidio, tedio della vita, squilibri.
Interrompi la trasmissione di tutte queste malattie. Togli queste tare ereditarie. Fa' che nella nostra generazione ci siano sempre salute fisica, integrità mentale, equilibrio emozionale, sane relazioni, bontà e amore per trasmettere questi tuoi doni alle generazioni successive.
Gesù, guariscici da tutte le malattie ereditarie.
*
(Santuario dell'Amore Misericordioso - Collevalenza PG)
Signor mio e Dio mio,                                                                                     
per il tuo amore e per la tua misericordia,
guarisci noi che siamo tuoi figli da ogni malattia,
specialmente da quelle che la scienza umana
non riesce a curare
e fa che con il tuo aiuto
conserviamo sempre pura la nostra anima
da ogni peccato.
Amen.
*
Preghiera per ottenere la guarigione
"Gesù, il Tuo Sangue
puro e sano
circoli nel mio organismo malato,
ed il Tuo Corpo puro e sano
trasformi il mio corpo malato
e pulsi in me una vita
sana e forte,
se è la Tua Santa Volontà".
*
Preghiera a Gesù per le Anime del Purgatorio
Gesù mio, per quel copioso sudore di sangue che spargesti nell'orto del Getsemani, abbi pietà delle anime dei miei più stretti parenti che penano nel Purgatorio. Padre nostro, Ave Maria, l'eterno riposo.
Gesù mio, per quelle umiliazioni e quegli schemi che soffristi nei tribunali fino ad essere schiaffeggiato, deriso e oltraggiato come un malfattore, abbi pietà delle anime dei nostri morti che nel Purgatorio aspettano di essere glorificate nel tuo Regno beato. Padre nostro, Ave Maria, l'eterno riposo.
Gesù mio, per quella corona di acutissime spine che trapassarono le tue santissime tempia, abbi pietà dell'anima più abbandonata e priva di suffragi, e di quella più lontana ad essere liberata dalle pene del Purgatorio. Padre nostro, Ave Maria, l'eterno riposo.
Gesù mio, per quei dolorosi passi che facesti con la croce sulle spalle, abbi misericordia dell'anima più vicina ad uscire dal Purgatorio; e per le pene che provasti insieme alla tua Santissima Madre nell'incontrarvi sulla via del Calvario, libera dalle pene del Purgatorio le anime che furono devote di questa cara Madre. Padre nostro, Ave Maria, l'eterno riposo.
Gesù mio, per il tuo santissimo corpo steso sulla croce, per i tuoi santissimi piedi e mani trafitti con duri chiodi, per la tua morte crudele e per il tuo santissimo costato aperto dalla lancia, usa pietà e misericordia presso quelle povere anime. Liberale dalle atroci pene che soffrono ed ammettile in Paradiso. Padre nostro, Ave Maria, l'eterno riposo.
*
ROSARIO DELLA LIBERAZIONE
All’inizio del Rosario: Recitare il “Credo”.
Sui grani grandi: “Se Gesù mi libera, allora io sarò libero”.
Sui grani piccoli: “Gesù, abbi pietà di me! Gesù, guariscimi! Gesù salvami! Gesù,
liberami!”.
Alla fine: recitare la “Salve Regina”.
PREGHIAMO
Signore Gesù, vogliamo lodarTi e ringraziarTi, perché attraverso la tua Misericordia e Pietà
hai creato questa potente preghiera, per produrre meravigliosi frutti di guarigione,
salvezza e libertà nella nostra vita, nelle nostre famiglie e nella vita di coloro per cui
preghiamo. Grazie, Gesù, per il Tuo infinito Amore per noi!
Padre Celeste, noi Ti amiamo con tutta la fiducia di figli. Ci avviciniamo di più a Te, in
questo momento, e preghiamo che lo Spirito Santo riempia il nostro cuore. Padre, affinché
lo Spirito Santo possa scendere dentro di noi, vogliamo svuotarci attraverso il Segno della
Croce e rinnoviamo il nostro completo e incondizionato affidamento a Te. Chiediamo che
tutti i nostri peccati possano essere perdonati e affidati, ora, al Corpo piagato di Gesù.
Abbandoniamo tutte le afflizioni, preoccupazioni, angosce e tutto ciò che ha portato via la
gioia dalla nostra vita. Ti consegnamo il nostro cuore in Nome di Gesù. Padre, noi
mettiamo anche tutte le nostre malattie del corpo, dell’Anima e dello Spirito sul Corpo
Crocifisso di Gesù; tutte le preoccupazioni per la nostra famiglia e per il lavoro, i nostri
problemi finanziari e matrimoniali; tutte le nostre angosce, incertezze e afflizioni.
Signore, noi imploriamo il potere redentore del Sangue di Gesù. Possa questo Sangue
spargersi su di noi, per lavare e purificare il nostro cuore da tutti i cattivi sentimenti.
Gesù, abbi pietà di me! Gesù, abbi pietà di noi!
Sì, Padre, vogliamo donarTi tutti i nostri desideri, debolezze, miserie e peccati; il nostro
cuore, corpo, Anima e Spirito, tutto ciò che noi siamo e abbiamo: la nostra Fede, vita,
matrimonio, famiglia, lavoro, vocazione e Ministero.
Riempici del tuo Spirito, Signore! Riempici del tuo Amore, del tuo Potere e della tua Vita!
Vieni, Spirito Santo! Vieni, nel Nome di Gesù! Vieni e porta in noi la Parola di Dio,
proclamata attraverso il Rosario della Liberazione e fa che questo porti, in ogni cuore, la
Grazia di essere guariti, salvati e liberati nel Nome di Gesù Cristo, nostro Signore. Amen.
*
Preghiera per proteggere noi ed i nostri cari (di Padre Gabriele Amorth)                        
Questa e la più potente Preghiera di Liberazione scritta e consigliata da Padre Gabriele Amorth.
La si può recitare, in privato, in qualsiasi luogo, da qualsiasi persona.
Signore, Dio Onnipotente e Misericordioso, Padre, Figlio e Spirito Santo, espelli da me, dai miei amici e familiari, da coloro che possono aiutarmi economicamente e spiritualmente, e dal mondo intero, ogni influsso diabolico di qualsiasi Spirito Maligno e da ogni Anima Dannata dell’intero Inferno, che ha su di me e su di loro, per il Preziosissimo Sangue del Tuo Figlio Gesù.
Fa che il Sangue Immacolato e Redentore rompa ogni legame sul mio corpo, sulla mia mente, sul mio lavoro, su quanti potrebbero offrire un lavoro e su tutte le cose mie ed altrui e le difficoltà dell’intera vita mia ed altrui.
Oh Santissima Vergine, Maria Immacolata, oh Nove Cori Angelici, oh San Michele Arcangelo, Santi tutti del Paradiso, mi consacro e consacro loro e Vi chiedo l’Intercessione di tutte le Anime del Purgatorio!
Intercedete per noi tutti e venite presto in nostro aiuto e spezzate, da subito, le “ultime zampate” di Lucifero contro i figli della Benedetta Madre, Maria Santissima e della Santissima Trinità.
Ordino, in questo preciso istante, che ogni Demonio ed Anima Dannata non possa avere nessuna influenza su di me, sulle categorie di persone che ho menzionato e sul mondo intero, affinché tutta l’Umanità sia liberata, in questo medesimo istante.
Per la Flagellazione, la Corona di Spine, la Croce, il Sangue e la Risurrezione di Gesù Cristo, per il Dio Vero, per il Dio Santo, per il Dio che tutto può, ordino ad ogni Demonio ed Anima Dannata che non possano avere influenza alcuna su me e sul mondo intero e che si possano spezzare, una volta per tutte e per sempre, tutte le catene create, che si sono verificate, fino ad ora, su di me e sul mondo intero.
Benedite e liberate il vostro servo o serva (si dica il Nome di Battesimo) e benedite questa Immagine (si alzi verso Dio un’Immagine benedetta), che Vi presento e fate sì che questa Immagine benedetta protegga me ed il mondo intero e ci protegga dai Satanisti, dai Massoni, dai Mafiosi, dai Politici corrotti e da ogni altra Infame categoria esistente sulla terra, e nel mondo intero.
Fate sì che, nella mia casa e nelle mie cose e da ogni altra categoria e nelle cose del mondo intero, il Demonio non possa, mai e poi mai, avere più alcuna influenza, anche infinitesimale, nel Nome di Gesù Cristo, Padrone della Storia, nostro Signore e Salvatore.
Così sia.
Recitare qualche preghiera, quale ringraziamento alla “Corte Celeste”.
*                                                                                   
CATTIVI RAPPORTI CON GLI ALTRI
Gesù, ti presento tutti i problemi che rendono difficile il mio rapporto con gli altri: fanno sorgere in me sentimenti di aggressività, ira, odio, rancore e creano divisione, chiusura, sfiducia reciproca, gelosia, invidia.
Tutto questo è fonte di grande disagio interiore e amareg­gia le relazioni con gli altri, anche con persone a me care. Con le mie forze non riesco a superare questa triste situa­zione.
Intervieni Tu, che hai detto: "Pace a voi. Amatevi come io vi ho amato ".
Mi hai dato l'esempio della più grande carità verso tutti e sempre.
Guarisci i miei rapporti con gli altri. Cambia il mio cuore. Rendilo misericordioso e generoso come il Tuo.
Dammi la grazia di perdonare e amare tutti e sempre; di vivere in armonia e solidarietà; di essere operatore di pace e di bontà, di amore e di unità in ogni mio ambiente.
Infondi in me il tuo Spirito Santo che è Spirito di amore e di riconciliazione, di servizio e di donazione.
Cuore di Gesù, confido e spero in te.
Grazie, Gesù, per quello che stai facendo per la mia gua­rigione interiore.
Grazie per il ristoro, il sollievo, la serenità, la forza, la pace, la gioia che stai dando al mio cuore.
*
TRISTEZZA E DEPRESSIONE
Gesù, ti presento tutte le tristezze, le angosce, gli affanni, il senso di solitudine, di isolamento, di fallimento; tutti gli stati di depressione, disperazione, sfiducia, abbattimento, av­vilimento... in cui tanto spesso mi trovo.
Con le mie forze non riesco a uscire da questi stati d'ani­mo di tristezza e di depressione.
Intervieni Tu. Come sei apparso a due ai discepoli di Emmaus lungo la strada e hai rimesso speranza nei loro cuori e sorriso sui loro volti, così vieni accanto a me.
Liberami da questi stati d'animo. Riempi il vuoto del mio cuore e della mia vita, fammi emergere da ogni tristezza e abbattimento.
Infondi in me lo Spirito Santo, Spirito di conforto e di gioia, di speranza e di forza.
Cuore di Gesù, confido e spero in te.
*
PAURE E INSICUREZZE
Gesù, ti presento tutte le mie paure: la paura di essere ri­fiutato da Dio, la paura nei confronti degli altri, la paura di certi luoghi e animali, la paura dinanzi al futuro e a situazio­ni difficili, la paura di dare una brutta impressione di me stesso.
Ti presento tutte le mie insicurezze, i miei dubbi, le mie incertezze, il disprezzo che a volte sento di me stesso e della mia vita.
Per queste paure e insicurezze mi sento come in mezzo a una tempesta.
Tu hai detto agli apostoli sul lago di Galilea in tempesta: "Coraggio, sono io, non temete!".
Dillo anche a me e nel mio cuore si placheranno le onde furiose dell'insicurezza e della paura.
Liberami da ogni dubbio e incertezza irragionevole, da ogni disprezzo di me stesso e della vita.
Sii Tu il mio coraggio, la mia sicurezza, il mio punto d'appoggio, la mia forza di vivere e di agire.
Infondi in me il tuo Spirito Santo che è Spirito di potenza e di libertà.
Cuore di Gesù, confido e spero in te.
*
I TRISTI RICORDI DELLA MENTE
Gesù, ti presento i tristi ricordi della mia mente sulla vita passata, dall'infanzia agli anni recenti: eventi dolorosi che hanno colpito me o la mia famiglia, situazioni difficili, disgrazie, insuccessi, malattie, traumi.
Sono impressi nella mia memoria, sono ferite aperte nella mia mente. Mi fanno soffrire e a volte mi rendono insensibi­le, aggressivo, disimpegnato.
Con le mie forze non riesco a dimenticarli, a non pensarci. Tu che hai detto: "Il mio giogo è dolce e il mio carico leggero", liberami dal peso dei tristi ricordi. Fallo con il ri­cordo delle grazie, dei doni, degli eventi lieti che hai sparso lungo tutti i giorni della mia vita e con la certezza che anche le sofferenze hanno concorso al mio vero bene.
Infondi in me il tuo Spirito Santo che brucia il mio triste passato e dà alla mia mente uno sguardo nuovo e sereno sulla mia vita.
Cuore di Gesù, confido e spero in te.
*
Preghiera per la guarigione dalle ferite della vita
GESÙ, il Vangelo ci narra che a Gerusalemme hai guarito un uomo malato da 38 anni: una vita tutta segnata dalla malattia.
La vita di tanti, forse di tutti, è segnata da malattie se non fisiche ed esteriori, certamente psichiche e interiori, morali e spirituali.
In ogni momento può avere inizio una malattia, ma ci sono alcuni momenti importanti della vita, nei quali i traumi e le ferite che subiamo sono origine e causa di continuo ma­lessere e di persistenti sofferenze.
Gesù, ora voglio pregarti di tornare indietro nel tempo e di ripercorrere con me il corso della mia vita, dal concepi­mento all'età di oggi.
Tu sei l'Eterno, Tu sei sempre vivo e presente. Tu conosci e hai seguito tutta la storia della mia vita. Tu mi hai sempre amato e mi ami ancora.
Ti prego: risana le ferite che ho ricevuto nei vari momen­ti della vita, che ancora sono aperte e sanguinano, che mi fanno star male e soffrire.
Dà salute al mio corpo e più ancora dà pace al mio cuore. Risana e rinnova tutta la mia vita.
Dà serenità e armonia alla mia casa e a ogni ambiente in cui vivo.
Gesù, risana le mie ferite.
GESÙ, ti prego di guarirmi da tutte le ferite avute da quando sono stato concepito e venivo formato nel grembo di mia madre.
Liberami e guariscimi da qualunque sofferenza mi sia stata procurata da mia madre e attraverso le circostanze della vita dei miei genitori.
Gesù, ti prego di guarirmi dal trauma della nascita. Liberami e guariscimi dal dolore avuto al momento del parto e da tutte le sofferenze che patii nei primi giorni di vita.
Gesù, ti prego di guarirmi da tutte le ferite avute negli anni della mia infanzia, nei quali non ho avuto sempre dalla mamma e dal papà quell'amore materno e paterno di cui avevo tanto bisogno per prendere forza e sicurezza.
Liberami e guariscimi da tutte le ferite dell'infanzia con il tuo amore tenero e forte.
Gesù, ti prego di guarirmi da tutte le ferite avute nella mia famiglia, nella quale non mi sono sentito subito e sem­pre considerato e amato.
Ti prego di guarirmi da tutte le ferite causate dalle rela­zioni sbagliate con i fratelli, le sorelle e tutti i familiari che non mi capivano e non mi mostravano tutto il loro affetto. Così non mi sono mai sentito accettato e amato da loro.
Liberami e guariscimi da questi tristi sentimenti, ancora vivi, col farmi sentire una persona importante ai tuoi occhi e che Tu ami di un amore personale.
Liberami e guariscimi da questi tristi sentimenti, perché io possa perdonarli e dimenticare cose passate.
Gesù, risana le mie ferite.
GESÙ, ti prego di guarirmi dal trauma avuto quando entrai per la prima volta nella scuola, momento difficile per me molto sensibile, timido, insicuro.
Liberami da tutti i tristi ricordi degli anni di scuola che ancora mi fanno soffrire.
Guariscimi da tutte quelle ferite, esperienze che hanno ro­vinato il mio carattere e creato in me complessi.
Apri il mio cuore, rendimi libero e sicuro dinanzi agli altri, dammi fiducia in me stesso e coraggio di agire.
Gesù, ti prego di guarirmi da tutte le ferite della mia adolescenza, causate da tante sofferenze.
Liberami e guariscimi da tutte le esperienze che ho avuto da adolescente e che mi causano ancora vergogna, paura, sofferenza.
Non si possono cancellare, ma Tu entra nel mio cuore e trasformale in maniera che siano ora per me positive.
Gesù, ti prego di guarirmi dai tristi ricordi del passato che spesso conservano mogli e mariti; da tutte le ferite e sofferenze che sono tipiche di persone che vivono nel matrimonio. Liberami e guariscimi da tutte queste cose.
Prendi nelle tue mani tutte le ferite e le sofferenze del passato affinché, d'ora in avanti, il mio matrimonio sia pulito, riprenda ad essere più libero e più sereno e la mia fami­glia sia sana e santa, unita e felice.
Gesù, risana le mie ferite.
GESÙ, come il malato della piscina di Gerusalemme, sono dinanzi a Te con le ferite della vita passata.
Te le ho ricordate, ma Tu già le conoscevi.
Ti ho pregato con fiducia di guarirmi, ma Tu già hai avuto compassione delle mie sofferenze e hai desiderato di guarirmi.
Come al paralitico dì anche me: "Alzati, prendi il tuo let­tuccio, e cammina".
Rialzami, fammi riprendere le forze necessarie, fammi ri­prendere il cammino della vita, con libertà e serenità.
Tu sei "Gesù", colui che salva. Tu sei il mio Salvatore. Salvami da tanti mali della vita passata che ancora grava­no sul mio cuore e anche sul mio corpo.
Ti lodo e ti ringrazio, perché sono certo che lo stai facendo.
Il mio ringraziamento concreto è un rinnovato impegno: che il cammino della vita sia fatto secondo la tua parola e il tuo esempio.
Grazie, Gesù.
*
PREGHIERE DI LIBERAZIONE
INVOCAZIONE AL PADRE
Padre, liberaci dal male, cioè dal maligno, la persona e la potenza che è tutto male.
Il maligno è stato sconfitto dal tuo Figlio Gesù, crocifisso e risorto, e dalla sua Madre, la Vergine Maria, la Nuova Eva, l'Immacolata.
Ora si avventa contro la sua Chiesa e contro tutta l'umanità, perché non giunga alla salvezza.
Anche noi siamo sotto la sua pressione, siamo in tempo di lotta.
Liberaci da ogni sua presenza e influenza. Fa' che non cadiamo sotto la sua schiavitù. Padre, liberaci dal male.
Padre, liberaci da tutti i mali che ci fa il maligno. Liberaci dal vero grande male delle nostre anime, il peccato, al quale ci tenta in tutti i modi.
Liberaci dalle malattie del corpo e della psiche, che egli causa o sfrutta per farci dubitare del tuo amore e farci perdere la fede.
Liberaci dai malefici che ci fanno i maghi, i fattucchieri, i seguaci di satana.
Padre, liberaci dal male.
Padre, libera le nostre famiglie dai mali che provengono dal maligno: divisioni tra sposi, tra genitori e figli, tra fratelli, danni sul lavoro e la professione, corruzione morale e perdita della fede.
Libera le nostre case da ogni insidia, da ogni infestazione, da ogni presenza del diavolo, a volte sensibile con rumori e disturbi.
Padre, liberaci dal male.
*                                                                                                         
INVOCAZIONE AL SANGUE DI GESÙ
Gesù, la vigilia della tua Passione, nell'orto degli ulivi, per la tua angoscia mortale, hai sudato Sangue da tutto il corpo.
Hai versato Sangue dal tuo corpo flagellato, dal tuo capo coronato di spine, dalle mani e dai piedi inchiodati alla Croce. Appena spirato, dal tuo Cuore trafitto dalla lancia, sono uscite le ultime goccie del tuo Sangue.
Hai dato tutto il tuo Sangue, o Agnello di Dio, immolato per noi.
Sangue di Gesù, risanaci.
Gesù, il tuo Sangue Divino è il prezzo della nostra sal­vezza, è la prova del tuo amore infinito per noi, è il segno della nuova ed eterna alleanza tra Dio e l'uomo.
Il tuo Sangue Divino è la forza degli apostoli, dei martiri, dei santi. E' il sostegno dei deboli, il sollievo dei sofferenti, il conforto degli afflitti. Purifica le anime, dà pace ai cuori, guarisce i corpi.
Il tuo Sangue Divino, offerto ogni giorno nel calice della S. Messa, è per il mondo sorgente di ogni grazia e per chi lo riceve nella S. Comunione, è trasfusione di vita divina.
Sangue di Gesù, risanaci.
Gesù, gli ebrei in Egitto segnarono con il sangue dell'a­gnello pasquale le porte delle case e furono salvati dalla morte. Anche noi vogliamo segnare con il tuo Sangue i nostri cuori, perché il nemico non possa recarci danno.
Vogliamo segnare le nostre case, perché il nemico possa stare lontano da esse, protette dal tuo Sangue.
Il tuo Sangue Preziosissimo liberi, risani, salvi i nostri corpi, i nostri cuori, le nostre anime, le nostre famiglie, il mondo intero.
Sangue di Gesù, risanaci.
*
INVOCAZIONE AL NOME DI GESÙ
Gesù, siamo riuniti per pregare per i malati e gli afflitti dal maligno. Lo facciamo nel Tuo Nome.
Il Tuo Nome vuol dire "Dio-salva". Tu sei il Figlio di Dio fatto uomo per salvarci.
Noi siamo salvati da Te, uniti alla tua persona, inseriti nella tua Chiesa.
Crediamo in Te, poniamo in Te ogni nostra speranza, ti amiamo con tutto il cuore.
Tutta la nostra fiducia è nel Tuo Nome.
Nome di Gesù, difendici.
Gesù, per la tua Passione e le tue Piaghe, per la tua Morte in Croce e la tua Risurrezione, liberaci dalle malattie, dalle sofferenze, dalle tristezze.
Per i tuoi meriti infiniti, per il tuo amore immenso, per la tua potenza divina, liberaci da ogni danno, influenza, insidia di satana.
Per la gloria del Padre tuo, per l'avvento del tuo Regno, per la gioia dei tuoi fedeli, compi guarigioni e prodigi.
Nome di Gesù, difendici.
Gesù, perché il mondo sappia che non c'è sulla terra altro nome nel quale possiamo sperare la salvezza, liberaci da ogni male e donaci ogni vero bene.
Solo il Tuo Nome è la salute del corpo, la pace del cuore, la salvezza dell'anima, la benedizione e l'amore nella famiglia. Che il Tuo Nome sia benedetto, lodato, ringraziato, glori­ficato, invocato su tutta la terra.
Nome di Gesù, difendici.
*
INVOCAZIONE ALLO SPIRITO SANTO
O Spirito Santo, nel giorno del Battesimo sei venuto in noi e hai cacciato lo spirito maligno: difendici sempre dai suoi continui tentativi di rientrare in noi.
Hai infuso in noi la vita nuova della grazia: difendici dai suoi tentativi di riportarci alla morte del peccato.
Sei sempre presente in noi: liberaci dalle paure e dalle an­gosce, togli debolezze e abbattimenti, risana le ferite inferte in noi da satana.
Rinnovaci: rendici sani e santi.
Spirito di Gesù, rinnovaci.
O Spirito Santo, Vento Divino, caccia via da noi tutte le forze del male, annientale, distruggile perché possiamo stare bene e operare il bene.
O Fuoco Divino, brucia i malefici, le stregonerie, le fat­ture, le legature, le maledizioni, il malocchio, l'infestazione diabolica, l'ossessione diabolica e ogni strana malattia che ci può essere in noi.
O Potenza Divina, comanda a tutti gli spiriti cattivi e a tutte le presenze che ci molestano di lasciarci per sempre, così che possiamo vivere nella salute e nella pace, nell'amo­re e nella gioia.
Spirito di Gesù, rinnovaci.
O Spirito Santo, scendi su di noi, tanto spesso malati e afflitti, agitati e sconvolti: donaci salute e conforto, serenità e calma.
Scendi sulle nostre famiglie: togli via incompresioni, im­pazienze, discordie e porta comprensione, pazienza, armonia. Scendi sulla nostra Chiesa perché compia con fedeltà e coraggio la missione che Gesù le ha affidata: annunciare il Vangelo, guarire le malattie, liberare dal demonio.
Scendi sul nostro mondo che vive nell'errore, nel pecca­to, nell'odio e aprilo alla verità, alla santità, all'amore.
Spirito di Gesù, rinnovaci.
*
INVOCAZIONE ALLA VERGINE MARIA
Augusta Regina del cielo e Signora degli Angeli, che ri­cevesti da Dio il potere e la missione di schiacciare la testa a satana, noi ti preghiamo umilmente di inviare le legioni cele­sti, affinché sotto i tuoi ordini inseguano i demoni, li com­battano dappertutto, reprimano la loro audacia e li respinga­no nell'abisso. Chi è come Dio?
O buona e tenera Madre, tu sarai sempre il nostro amore e la nostra speranza.
O divina Madre, manda i Santi Angeli per difenderci e per respingere lontano da noi il crudele nemico.
Madre di Gesù, proteggici.
*
INVOCAZIONI A S. MICHELE ARCANGELO, AGLI ANGELI E AI SANTI
San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia. Sii tu nostro sostegno contro la perfidia e le insidie del diavolo. Che Dio eserciti il suo dominio su di lui, Te ne preghiamo supplichevoli. E tu, o Principe della milizia celeste, con la potenza divina, ricaccia nell'inferno satana e gli altri spiriti maligni, i quali errano nel mondo per perdere le anime. Amen.
Santi Angeli e Arcangeli, difendeteci, custoditeci. Diciamo al nostro Angelo Custode:
Angelo di Dio, che sei il mio custode, illumina, custodisci, reggi e governa me, che ti fui affidato dalla pietà celeste. Così sia.
Raccomandiamoci a tutti i santi e beati che hanno lottato e furono vittoriosi sul maligno:
Santi e Beati di Dio, pregate per noi.
*
PREGHIERA PER LA GUARIGIONE INTERIORE (p. TARDIF)
Padre di bontà, padre di amore, ti benedico ti lodo e ti ringrazio perché per amore ci hai dato Gesù. Grazie Padre, perché alla luce del tuo Spirito comprendiamo che Lui è la luce, la verità,
il Buon Pastore, che è venuto perché noi abbiamo la vita e l'abbiamo in abbondanza. Oggi, Padre, mi voglio presentare davanti a te come tuo figlio. Tu mi conosci per nome. Volgi i tuoi occhi di Padre amoroso sulla mia vita. Tu conosci il mio cuore e le ferite della mia vita. Tu conosci tutto quello che avrei voluto fare e che non ho fatto; quello che ho compiuto io e il male che mi hanno fatto gli altri. Tu conosci i miei limiti, i miei errori e il mio peccato.
Conosci i traumi e i complessi della mia vita. Oggi, Padre, ti chiedo, per l'amore verso il tuo figlio Gesù Cristo, di effondere sopra di me il tuo Santo Spirito, perché il calore del tuo amore salvifico penetri nel più intimo del mio cuore. Tu che sani i cuori affranti e fasci le ferite, guarisci qui ed ora la mia anima, la mia mente, la mia memoria e tutto il mio spirito.
Entra in me, Signore Gesù, come entrasti in quella casa, dove stavano i tuoi discepoli pieni di paura.
Tu apparisti in mezzo a loro e dicesti: "Pace a voi". Entra nel mio cuore e donami la pace; riempimi d'amore. Noi sappiamo che l'amore scaccia il timore. Passa nella mia vita e guarisci il mio cuore. Sappiamo, Signore Gesù, che tu lo fai sempre, quando te lo chiediamo;
ed io lo sto chiedendo con Maria, nostra Madre, che era alle nozze di Cana quando non c'era più vino e tu rispondesti al suo desiderio cambiando l'acqua in vino. Cambia il mio cuore e dammi un cuore generoso un cuore affabile, pieno di bontà, un cuore nuovo.
Fa spuntare in me i frutti della tua presenza. Donami i frutti del tuo Spirito che sono amore, pace e gioia.
Che scenda su di me lo spirito delle beatitudini, perché possa gustare e cercare Dio ogni giorno, vivendo senza complessi e senza traumi insieme agli altri, alla mia famiglia, ai miei fratelli.
Ti rendo grazie, o Padre, per quello che oggi stai compiendo nella mia vita. Ti ringrazio con tutto il cuore, perché mi guarisci, perché mi liberi, perché spezzi le mie catene e mi doni la libertà. Grazie, Signore Gesù, perché sono tempio del tuo Spirito e questo tempio non si può distruggere, perché è la casa di Dio. Ti ringrazio, Spirito Santo, per la fede, per l'amore che hai messo nel mio cuore. Come sei grande, Signore, Dio Trino ed Uno! Che Tu sia benedetto e lodato, o Signore! AMEN.
*
Coroncina per la conversione dei peccatori
Coroncina per la conversione dei peccatori
Sui grani piccoli della Corona del Rosario :
Cuore addolorato ed immacolato di Maria, converti tutte le anime che stanno in balia di satana!
Vergine addolorata, pietà di loro!
Ad ogni diecina: Gloria… Salve regina
Alla fine: Dio sia benedetto
-----------------------------------------------------------
Preghiere
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, ora, e sem­pre nei secoli dei secoli. Amen.
Salve, o Regina, madre di misericordia; vita, dolcezza e speranza nostra, salve. A te ricorriamo, noi esuli figli di Eva; a te sospiriamo gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi quegli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci, dopo questo esi­lio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.
Dio sia benedetto.
Benedetto il suo santo Nome.
Benedetto Gesù Cristo, vero Dio e vero Uomo.
Benedetto il Nome di Gesù.
Benedetto il suo sacratissimo Cuore.
Benedetto il suo preziosissimo Sangue.
Benedetto Gesù nel SS. Sacramento dell'altare.
Benedetto lo Spirito Santo Paraclito.
Benedetta la gran Madre di Dio, Maria Santissima.
Benedetta la sua santa e immacolata Con­cezione.
Benedetta la sua gloriosa Assunzione.
Benedetto il Nome di Maria, Vergine e Madre.
Benedetto S. Giuseppe, suo castissimo Sposo.
Benedetto Dio nei suoi Angeli e nei suoi Santi.
*
Coroncina a S.Michele Arcangelo
La coroncina di San Michele Arcangelo è composta di 39 grani piú due medaglie, di cui una porta sempre l'effige dell'Arcangelo. I grani sono distribuiti in gruppi di quattro. Il primo gruppo è di tre grani e il primo Pater si récita a partire dalla medaglia centrale, seguito súbito da tre Ave in corrispondenza dei tre grani. Il Pater e i tre Ave si ripetono per nove volte, con l'invocazione dei nove Cori Angelici; gli ultimi quattro grani, tra le due medaglie, concludono la coroncina con la récita di quattro Pater in onore di Santi Arcangeli Michele, Gabriele, Raffaele e dei Santi Angeli Custodi.
+ In nome del Padre, del Figlio e dello Spirito
Santo
- O Signore, tu aprirai le mie labbra,
- E la mia bocca proclamerà la tua lode.
- O Dio, vieni a salvarmi.
- O Signore, vieni presto in mio aiuto.
- Gloria al Padre, e al Figlio, e allo Spirito Santo,
- Come era in principio, e ora e sempre, e nei secoli dei
secoli. Amen.
- San Michele Arcangelo, difendici nella lotta
- Affinché non periamo nel tremendo giudizio
I Invocazione
Per intercessione di San Michele Arcangelo e del Coro celeste dei Serafini, il Signore ci renda degni della fiamma di perfetta carità.
(Un Pater e tre Ave)
II Invocazione
Per intercessione di San Michele e del Coro celeste dei Cherubini, voglia il Signore concéderci la grazia di abbandonare la via del peccato e seguire quella della perfezione cristiana.
(Un Pater e tre Ave)
III Invocazione
Per intercessione di San Michele e del Coro celeste dei Troni, il Signore infonda nei nostri cuori lo spirito di vera e sincera umiltà.
(Un Pater e tre Ave)
IV Invocazione
Per intercessione di San Michele e del Coro celeste delle Dominazioni, voglia il Signore concéderci la grazia di dominare i nostri sensi e corrégere le nostre corrotte passioni.
(Un Pater e tre Ave)
V Invocazione                               
Per intercessione di San Michele e del Coro celeste delle Potestà, il Signore di degni di protéggere le nostre ànime dalle insidie e dalle tentazioni del demonio.
(Un Pater e tre Ave)
VI Invocazione
Per intercessione di San Michele e del Coro celeste delle Virtú, non permetta il Signore che cadíamo nelle tentazioni, ma ci líberi dal male.
(Un Pater e tre Ave)
VII Invocazione
Per intercessione di San Michele e del Coro celeste dei Principati, il Signore riémpia le nostre ànime dello spirito di vera e sincera obbedienza.
(Un Pater e tre Ave)
VIII Invocazione
Per intercessione di San Michele e del Coro celeste degli Arcangeli, voglia il Signore concéderci il dono della perseveranza nella Fede e nelle opere buone.
(Un Pater e tre Ave)
IX Invocazione
Per intercessione di San Michele e del Coro celeste degli Angeli, il Signore si degni di concéderci di essere custoditi da loro nella vita presenta e da loro introdotti nella glòria dei Cieli.
(Un Pater e tre Ave)
Un Pater in onore di San Michele                                       
Un Pater in onore di San Gabriele
Un Pater in onore di San Raffaele
Un Pater in onore dell'Angelo Custode
Preghiamo
Gloriosissimo Príncipe San Michele, capo e guida degli esérciti celesti, depositario delle ànime, debellatore degli spíriti ribelli, condottiero nostro ammiràbile, dégnati di liberare da ogni male tutti noi che con fiducia a te ricorriamo, e ottiénici con la tua valida protezione di servire fedelmente ogni giorno il nostro Dio.
- Amen.
- Prega per noi, o San Michele Arcangelo
- Affinché siamo fatti degni delle promesse di Cristo
Preghiamo 
O San Michele Arcangelo, difendici nella lotta, sii nostro presidio contro la malizia e le insidie del diavolo.
Che Dio lo sòggioghi: chiediamo supplicando; e tu, principe della milizia celeste, caccia nell’inferno Satana e gli altri spiriti maligni che a perdizione delle anime vanno errando per il mondo.
- Amen.
*
Preghiera di guarigione dell'albero genealogico
Gesù, ci hai rivelato che dal peccato commesso dall'uo­mo all'origine del mondo è venuto ogni male e che anche il peccato di ciascuno ha influenza negativa sugli altri, special­mente il peccato dei genitori sui figli e discendenti.
Attraverso la generazione si trasmettono gli stessi caratte­ri fisici e psichici, i buoni frutti delle virtù e le tristi conse­guenze dei vizi, la salute e le malattie, il bene e il male degli antenati.
Per il bene che genitori e antenati ci hanno trasmesso, li ringraziamo e ringraziamo Te, perché con la tua grazia hanno agito bene.
Per il male che ci hanno trasmesso, li perdoniamo e li af­fidiamo alla tua misericordia, chiedendo per loro il tuo per­dono e facendo suffragi.
Gesù, perdonali.
Gesù, sei venuto a salvare tutta l'umanità passata, presen­te e futura. Tu sei l'Eterno. Ogni generazione è a Te contem­poranea.
Ora ti preghiamo per le nostre generazioni passate e pre­senti, sia di ramo paterno che di ramo materno.
Ti preghiamo di guarire il nostro albero genealogico, di cui noi siamo un frutto.
Per il loro bene e il nostro bene, tronca ogni influenza ne­gativa che ci hanno trasmesso attraverso le generazioni.
Il tuo Sangue Prezioso scenda a purificare, risanare, libe­rare, perché oggi la nostra generazione sia sana e santa, unita e felice così che possa trasmettere solo cose positive, essere canale soltanto di salute e di santità.
Gesù, guarisci il nostro albero di famiglia.
*
GUARIGIONE DELLE MALATTIE EREDITARIE: FISICHE, MENTALI, PSICHICHE
Gesù, guariscici da tutte le malattie che sono giunte a noi attraverso la generazione.
Guariscici dalle malattie fisiche: del cuore, del sangue, dei polmoni, dell'intestino, delle ossa, della vista e dell'udi­to, dai tumori e da ogni malattia strana, dalla frigidità e dalla sterelità, dall'impotenza e dalle malattie veneree.
Guariscici da tutti i casi di malattie mentali che ci sono stati nella nostra storia familiare: forme di paranoia, schizo­frenia, comportamenti depressivi e autodistruttivi.
Guariscici da tutte le malattie psichiche: ansie, affanni, depressioni, insicurezze, paure, complessi, tristezze, pensieri di suicidio, tedio della vita, squilibri.
Interrompi la trasmissione di tutte queste malattie. Togli queste tare ereditarie.
Fa' che nella nostra generazione ci siano sempre salute fi­sica, integrità mentale, equilibrio emozionale, sane relazioni, bontà e amore per trasmettere questi tuoi doni alle genera­zioni successive.
Gesù, guariscici da tutte le malattie ereditarie
*
GUARIGIONE DEI MALI CHE COLPISCONO ALCUNI MORTI
Gesù, i nostri antenati forse hanno mancato di amare, sempre e tutti, i loro morti.
Ora noi ti preghiamo per le persone della nostra storia fa­miliare che morirono in età precoce, che morirono dopo lunga agonia, che subirono una morte violenta, uccisi da cri­minali o in azione di guerra; che morirono in un modo miste­rioso, inspiegabile, in un incidente o che si suicidarono. Affidiamo a Te tutti questi morti.
Fa' che cessi la tendenza verso una morte innaturale e or­ribile e che d'ora in avanti nelle nostre generazioni si abbia solo una morte serena e cristiana; che tutti possano addor­mentarsi nella morte circondati dall'amore dei familiari.
Vogliamo tener presenti tutti i nostri defunti nel ricordo e nella preghiera, perché siano accolti nella pace della vita eterna. Avvolgi tutto il nostro albero genealogico con il tuo amore che perdona e dona ogni grazia.
Gesù, benedici i nostri morti.
*
A DIO PADRE
A Dio tutto è possibile.
Dio mio, fa che t’ami, e il sol premio del mio amore sia l’amarti sempre più.
Dio si benedetto. (E’ indicata quando si ode bestemmiare)
Eterno Padre, per il Sangue preziosissimo di Gesù, glorifica il suo Santissimo Nome, secondo i desideri del Tuo adorabile Cuore.
Insegnami a compiere il tuo Volere, perché Tu sei il mio Dio.
L’anima mia ha sete del Dio vivente.
Mio Dio, io ti amo e ti ringrazio.
Mio Dio, mio Unico Bene, sei Tutto per me, fa che io sia tutto per Te.
Mio Dio, io credo, adoro, spero, ti amo. Ti domando perdono per coloro che non credono, non adorano, non sperano e non ti amano.
Mio Dio, fa che tutte le menti si uniscano nella verità e tutti i cuori nella carità.
Non come voglio io, ma come vuoi Tu, o Dio.
O Dio, abbi pietà di me peccatore. (Lc 18,13)
Padre Celeste, ti amo coll’Immacolato Cuore di Maria.
Padre mio, Padre buono, a Te mi offro, a Te mi dono.
Padre mio, rendimi degno di compiere la tua Santa Volontà, perché sono tutto tuo.
Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno.
Padre, nelle tue mani consegno il mio spirito. ( Lc 23,46)
Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia; nella tua grande bontà cancella il mio peccato ( Salmo 50,3)
Sia fatta, sia lodata e sia glorificata in eterno la giustissima, altissima e amabilissima Volontà di Dio in ogni cosa.
Ti ringrazio, o mio Dio, di tante grazie che continuamente mi doni.
Tutto posso in Colui che mi dà la forza.
Venga il tuo regno su tutta la terra.
Mio Dio e mio tutto!
Dio, sii propizio a me peccatore.
Padre, nelle tue mani affido l’anima mia insieme a tutti i miei cari.
Benedici, Signore, i nostri Sacerdoti e santificali perché sono Tuoi.
Manda, Signore, operai alla tua messe, e suscita tante sante vocazioni.
Sia sempre fatta la tua Santissima Volontà, o Padre.
Ti ringrazio, mio Dio, di tante grazie che continuamente mi doni.
Tu sei il mio Dio, nelle tue mani sono i miei giorni.
Mio Dio, sei Tu la mia salvezza.
*
RINUNCE A SATANA
Nel Nome di Gesù Cristo rinuncio a satana e ad ogni legame occulto, alla sua opera sul
mio spirito, alla sua opera sul mio corpo, e alla sua opera sulla mia mente, e a tutti i legami con ogni suo seguace.
Io rifiuto il male che si è infiltrato nella mia vita, perché mi sono allontanato da Gesù,
perché ho abbandonato i sacramenti, perché ho trascurato la preghiera, perché mi sono
dedicato solo a tutto ciò che passa.
Rifiuto il male che ho accettato e che ho compiuto per ignoranza e leggerezza, per rabbia o per incoscienza, per paura di essere criticato, per delusione o per cattivi esempi, o per
autolesionismo distruttivo infusomi.
Prendo coscienza e ritratto qualunque male che ho compiuto o che ho procurato ai miei
genitori, alla mia famiglia, ai miei amici, ai miei superiori, alla società tutta.
In modo particolare rifiuto le azioni spiritualmente inquinanti: le parolacce, le bestemmie,
le promesse ed i giuramenti falsi, l'usura, le ingiustizie, i favoritismi, le sedute spiritiche,
tutte le pratiche occulte e quelle che mi sono state imposte al di fuori della mia volontà.
O Cristo Gesù, Mio Re e Redentore, per la Potenza della Tua Santa Croce ed in virtù del
Tuo Preziosissimo Sangue, Salvami.
In Nome di Gesù Cristo, rinuncio allo 'spirito negativo' di:
Avarizia – Risentimento – Rancore – Odio – Maledizione - Invidia – Gelosia – Orgoglio – Menzogna – Divisione - Paura – Superbia – Vendetta – Violenza - Potere – Vanagloria – Impudicizia – Lussuria – Adulterio - False religioni e spiritualità – Inganno religioso – Ateismo - Massoneria – Anticristo – Asmodeo - ogni pratica New Age - Reiki - Astrologia – Negromanzia – Cartomanzia – Divinazione - Medianità – Occultismo – Spiritismo – Stregoneria - Magia - Gola – Fumo – Alcolismo – Droga - Scoramento – Turpiloquio – Agitazione – Ira - Ozio – Accidia – Confusione – Angoscia – Alienazione - Depressione – Disperazione – Tentato suicidio.
Ed ora per il Sacramento del Battesimo, che mi ha reso figlio di Dio, della Cresima che mi ha confermato nella Sua Grazia, della Confessione che mi ha perdonato da ogni peccato, dell'Eucaristia che mi ha fatto partecipe del Corpo di Gesù; ora nel Nome di Gesù, Nostro Signore, innanzi al Quale ogni ginocchio si piega nei Cieli, sulla terra e sotto terra, per l'autorità che ha dato a coloro che credono, per intercessione della Santissima Vergine Maria, l'Immacolata Concezione, degli Angeli, degli Arcangeli, S. Michele, S. Raffaele, S. Gabriele, di San Giuseppe, dei Santi tutti, chiedo [oppure chiediamo] di spezzare ogni legame con qualsiasi persona, setta, o ideologia che mi ha allontanato da Gesù, Mio Dio e Mio Signore, perché, se ancora permane in me e nella mia famiglia qualche legame iniquo che mi assoggetta a satana, ora sia vanificato e reso impotente per il Nome Santo di Gesù, per le Sue Santissime Piaghe, per il Suo Preziosissimo Sangue e la Sua morte in Croce, che ci ha liberati da ogni schiavitù con il peccato. Sia legato alla Tua Croce, o Gesù, ogni potere degli spiriti maligni che mi tormentano. 
Il vostro tempo è terminato, ora voi, 'forze del male', 'spiriti immondi', non potete più
insidiarci perché Gesù Cristo, mio Potente Signore, vi ricaccia nell'inferno, da dove non
potete più ritornare ed avere nessuna altra influenza su di me per disturbarmi. Così sia.
Amen, Amen, Amen! ALLELUIA - ALLELUIA - ALLELUIA!
*
Consacrazione del mondo alla Divina Misericordia
Dio, Padre misericordioso, che hai rivelato il Tuo amore nel Figlio tuo Gesù Cristo, e l'hai riversato su di noi nello Spirito Santo, Consolatore, Ti affidiamo oggi i destini del mondo e di ogni uomo. ChinaTi su di noi peccatori, risana la nostra debolezza, sconfiggi ogni male, fà che tutti gli abitanti della terra sperimentino la tua misericordia, affinché in Te, Dio Uno e Trino, trovino sempre la fonte della speranza. Eterno Padre, per la dolorosa Passione e la Resurrezzione del tuo Figlio, abbi misericordia di noi e del mondo intero! Amen.
S. Givanni Paolo II
*
IL DECALOGO DELLA LIBERAZIONE
Ecco la miglior preparazione per chi voglia iniziare un cammino di liberazione, per chi voglia perseverare sulla strada della fede, per chi voglia vincere le tentazioni e progredire lungo l’esaltante via della santità.
1. Fissa il tuo sguardo su Gesù, finchè la sua Presenza prevalga su ogni paura e tempesta.
2. Inizia a ringraziare Dio, finchè ti rendi conto di aver ricevuto tanti benefici e tanto Amore nel corso della tua vita.
3. Chiedi perdono a Dio dei tuoi peccati e di quelli della tua famiglia e degli antenati: leggi i 10 Comandamenti e abbandonati alla misericordia infinita del Padre. Digli che tu lo ami e che ti senti peccatore, il malato che ha urgentemente bisogno di Lui, Medico, ed accostati al sacramento della Riconciliazione
Sono due peccati che principalmente impediscono la liberazione:
a. rito magico mai confessato ( spiritismo, divinazione, ricorso ai maghi …)
b. qualche peccato grave mai confessato o di cui uno non si vuole pentire; ma l’ostacolo alla liberazione più grosso e più frequente è il rifiuto di perdonare, il rancore e l’odio che uno conserva nel suo cuore.
5. Ricorda il tuo Battesimo rinnova in piena coscienza le tue scelte, l’atto di fede e le rinunce liberando te e la tua famiglia dalle catene di menzogna, incredulità, orgoglio, ribellione, bestemmia, superstizione, avarizia, ira, odio, divisione, violenza, invidia, gelosia, maledizione, accidia, rovina, dipendenza da alcool e droga, aborto, disordine familiare, affettivo-sessuale, paura, oppressione, infermità, disperazione, ogni potere medianico e legame con il mondo occulto e, i suoi simboli e riti e tutto sottometti all’autorità del nome di Gesù.
6. Fai spazio nella tua giornata a un’ora di preghiera e di riflessione sulla Parola di Dio e prendi in mano il Catechismo della Chiesa Cattolica.
7. Partecipa alla Santa Messa ( almeno festiva ) : ti darà la forza di Dio, ti farà scoprire la Comunità dei fratelli in cui esiste tutta la organizzazione e solidarietà di cui ha bisogno il tuo cammino di fede.
8. Non maledire più nessuna delle croci tue e della tua famiglia: stringiti forte a Gesù e portale con Lui : grida che non vuoi dubitare mai della Volontà di amore del Padre del Cielo.
9. Senti la presenza materna di Maria Vergine Madre di Dio e della Chiesa e medita i misteri dell’Incarnazione, Passione, Morte, Risurrezione di Gesù col Santo Rosario.
10. Non perdere più tempo: comincia ad amare, ad accorgerti degli altri, delle loro sofferenze, apriti ai gruppi di preghiera e iniziative di volontariato poiché c’è più gioia nel dare che nel ricevere.
*                                                                     
ALTRI PENOSI STATI D'ANIMO
Gesù, ti presento tanti penosi stati d'animo, in cui spesso mi trovo: mancanze di pace e di serenità, emotività e iper­sensibilità, senso di vergogna o di colpevolezza, rimorsi e scrupoli, insoddisfazione e tedio della vita, pensieri di suici­dio e di ribellione, forti inclinazioni al peccato, sentimenti di odio e di vendetta.
Sono conflitti e complessi interni che spesso mi fanno soffrire e rendono il mio cuore sconvolto e agitato, ferito e malato.
Vie umane che ho percorso non mi hanno guarito. Anzi alcuni ricorsi a persone sbagliate hanno peggiorato la situa­zione.
Con le mie forze non riesco a uscirne fuori.
Intervieni Tu, che hai detto agli apostoli nel cenacolo: "Non sia turbato il vostro cuore. Abbiate fede in me e nel Padre mio ".
All'inizio di tanti conflitti interiori c'è stato una mancan­za d'amore e solo l'amore può guarirli. Io confido nel tuo amore. Tu mi ami. Hai dato Te stesso per mio amore. Che io senta il tuo amore e in questo amore io ritrovi la quiete, il controllo di me stesso, la pace e una vita nuova.
Liberami da questi miei penosi stati d'animo.
Infondi in me il tuo Spirito Santo, i cui frutti sono amore, pace, gioia.
Cuore di Gesù, confido e spero in te.
*
CATTIVI RAPPORTI CON GLI ALTRI
Gesù, ti presento tutti i problemi che rendono difficile il mio rapporto con gli altri: fanno sorgere in me sentimenti di aggressività, ira, odio, rancore e creano divisione, chiusura, sfiducia reciproca, gelosia, invidia.
Tutto questo è fonte di grande disagio interiore e amareg­gia le relazioni con gli altri, anche con persone a me care. Con le mie forze non riesco a superare questa triste situa­zione.
Intervieni Tu, che hai detto: "Pace a voi. Amatevi come io vi ho amato ".
Mi hai dato l'esempio della più grande carità verso tutti e sempre.
Guarisci i miei rapporti con gli altri. Cambia il mio cuore. Rendilo misericordioso e generoso come il Tuo.
Dammi la grazia di perdonare e amare tutti e sempre; di vivere in armonia e solidarietà; di essere operatore di pace e di bontà, di amore e di unità in ogni mio ambiente.
Infondi in me il tuo Spirito Santo che è Spirito di amore e di riconciliazione, di servizio e di donazione.
Cuore di Gesù, confido e spero in te.
Grazie, Gesù, per quello che stai facendo per la mia gua­rigione interiore.
Grazie per il ristoro, il sollievo, la serenità, la forza, la pace, la gioia che stai dando al mio cuore.
*         
INVOCAZIONE AL PADRE
Padre, liberaci dal male, cioè dal maligno, la persona e la potenza che è tutto male.
Il maligno è stato sconfitto dal tuo Figlio Gesù, crocifisso e risorto, e dalla sua Madre, la Vergine Maria, la Nuova Eva, l'Immacolata.
Ora si avventa contro la sua Chiesa e contro tutta l'uma­nità, perché non giunga alla salvezza. Anche noi siamo sotto la sua pressione, siamo in tempo di lotta.
Liberaci da ogni sua presenza e influenza. Fa' che non cadiamo sotto la sua schiavitù. Padre, liberaci dal male.
Padre, liberaci da tutti i mali che ci fa il maligno. Liberaci dal vero grande male delle nostre anime, il pec­cato, al quale ci tenta in tutti i modi.
Liberaci dalle malattie del corpo e della psiche, che egli causa o sfrutta per farci dubitare del tuo amore e farci perde­re la fede. Liberaci dai malefici che ci fanno i maghi, i fattucchieri, i seguaci di satana.
Padre, liberaci dal male.
Padre, libera le nostre famiglie dai mali che provengono dal maligno: divisioni tra sposi, tra genitori e figli, tra fratelli, danni sul lavoro e la professione, corruzione morale e per­dita della fede. Libera le nostre case da ogni insidia, da ogni infestazione, da ogni presenza del diavolo, a volte sensibile con rumori e disturbi.
Padre, liberaci dal male.
*
A GESU’ SALVATORE
O Gesù Salvatore,
Signore mio e Dio mio,
mio Dio e mio tutto,
che con il sacrificio della Croce
ci hai redenti
e hai sconfitto il potere di Satana,
ti prego di liberarmi
da ogni presenza malefica
e da ogni influenza del maligno.
Te lo chiedo nel tuo Nome;
te lo chiedo per le tue Piaghe;
te lo chiedo per il tuo Sangue;
te lo chiedo per la tua Croce;
te lo chiedo per l’intercessione
di Maria Immacolata e Addolorata.
Il Sangue e l’Acqua
che scaturiscono dal tuo Costato
scendano si di me a purificarmi,
a liberarmi, a guarirmi.
Amen.
*
PREGHIERA DI LIBERAZIONE
Dio, che hai mandato il tuo Figlio come Salvatore, fa che possa ricevere l’acqua viva come la samaritana del Vangelo, e trasformato dalla tua Parola riconosca i miei peccati e le mie infermità.
Non permettere che una vana fiducia in me stesso mi illuda né inganni l’insidia del maligno, ma liberami dallo spirito di falsità, perché riconosca i miei errori e purificato interiormente possa camminare sulla via della salvezza.
Signore, mio Dio, liberami dallo spirito di sfiducia che allontana i miei passi dalla Via di Cristo.
E Tu, Signore Gesù, Luce vera che illumina ogni uomo, per mezzo del tuo Spirito di Verità, liberami dal giogo del padre della menzogna.
Suscita in me il desiderio di aderire a Te e ai tuoi Sacramenti, perché, nella gioia della tua Luce, come il Cieco del Vangelo che riebbe la vista, divenga fermo e sicuro testimone della fede.
O Dio, Creatore e Redentore del tuo popolo santo,
che con mirabile Amore mi hai attratto,
rivolgendo su di me il tuo Sguardo
e purificando il mio cuore,
donami la partecipazione al Tuo mistero perché,
seguendo Cristo con cuore puro,
possa giungere alla salvezza e alla pace.
Amen.
*
SIA BENEDETTA L’ORA DELLA NASCITA DI DIO
Sia benedetta l’ora della nascita del Dio Uomo; sia benedetto lo Spirito Santo da cui Gesù Cristo è stato concepito; sia benedetta la gloriosa Vergine Maria, da cui è nato il Dio Uomo.
Il Signore esaudisca le mie preghiere, per intercessione della gloriosa Vergine Maria e in memoria di quell’ora sacra in cui è nato l’Uomo Dio; si realizzi ogni mio desiderio volto alla loro gloria e alla mia salvezza. O buon Gesù!
O Gesù Redentore! Non abbandonarmi e non punire i miei peccati come meriterebbero, ma esaudisci la mia umilissima preghiera e concedimi ciò che ti chiedo per intercessione della Santissima Vergine e per la gloria del tuo santo Nome. Amen.
(secondo la tradizione, Santa Colatie, co-patrona di Francia ricevette questa preghiera da un angelo. Le Clarisse dell’Ordine di Golette la recitavano ogni giorno per le madri di famiglia)
*
La Corona Angelica
Forma della corona angelica
La corona usata per recitare la «Coroncina Angelica» è formata da nove parti, ciascuna di tre grani per le Ave Maria, preceduti da un grano per il Padre nostro. I quattro grani che precedono la medaglia con l'effigie di San Michele Arcangelo, ricordano che dopo l'invocazione ai nove Cori angelici bisogna recitare ancora quattro Padre nostro in onore dei Santi Arcangeli Michele, Ga­briele e Raffaele e del Santo Angelo custode.
Origine della corona angelica
Questo pio esercizio fu rivelato dall'Arcangelo Michele stesso alla serva di Dio Antonia de Astonac in Portogallo.
Il Principe degli Angeli apparendo alla Serva di Dio disse che voleva essere venerato con nove invocazioni in ricordo dei nove Cori degli Angeli.
Ogni invocazione doveva comprendere il ricordo di un Coro angelico e la recita di un Padre nostro e tre Ave Maria e con­cludersi con la recita di quattro Padre nostro: il primo in suo onore, gli altri tre in onore di S. Gabriele, S. Raffaele e degli Angeli custodi. L'Arcangelo promise ancora di ottenere da Dio che colui che l'avesse venerato con la recita di questa coroncina prima della Comunione, sarebbe stato accompagnato alla sacra Mensa da un Angelo di ciascuno dei nove Cori. A chi l'avesse recitata ogni giorno prometteva la continua particolare assistenza sua e di tutti gli Angeli santi durante la vita e in Purgatorio dopo la morte. Benché queste rivelazioni non siano ufficialmente riconosciute dalla Chiesa, tuttavia tale pia pratica si diffuse tra i devoti dell'Ar­cangelo Michele e dei santi Angeli.
La speranza di ricevere le grazie promesse è stata alimentata e sostenuta dal fatto che il Sommo Pontefice Pio IX fece arricchire di numerose indulgenze questo pio e salutare esercizio.
PREGHIAMO LA CORONA ANGELICA
Litanie a S. Michele - Consacrazione a San Michele Arc. - Invocazione agli Angeli custodi
Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Amen.
O Dio vieni a salvarmi,
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre
Credo
PRIMA INVOCAZIONE
Per intercessione di San Michele e del Coro Celeste dei Serafini, il Signore ci renda degni della fiamma di perfetta carità. Così sia.
1 Pater e 3 Ave al 1° Coro angelico.
SECONDA INVOCAZIONE
Per intercessione di San Michele e del Coro Celeste dei Cherubini, il Signore voglia darci la grazia di abbandonare la via del peccato e correre in quella della cristiana perfezione. Così sia.
1 Pater e 3 Ave al 2° Coro angelico.
TERZA INVOCAZIONE
Per intercessione di San Michele e del sacro Coro dei Troni, il Signore infonda nei nostri cuori lo spirito di vera e sincera umiltà. Così sia.
1 Pater e 3 Ave al 3° Coro angelico.
QUARTA INVOCAZIONE
Per intercessione di San Michele e del Coro Celeste delle Dominazioni, il Signore ci dia la grazia di dominare i nostri sensi e di correggere le depravate passioni. Così sia.
1 Pater e 3 Ave al 4° Coro angelico.
QUINTA INVOCAZIONE
Per intercessione di San Michele e del Coro Celeste delle Potestà, il Signore si degni di proteggere le anime nostre dalle insidie e dalle tentazioni del demonio. Così sia.
1 Pater e 3 Ave al 5° Coro angelico.
SESTA INVOCAZIONE
Per intercessione di San Michele e del Coro delle ammirabili Virtù celesti, il Signore non permetta che cadiamo nelle tentazioni, ma ci liberi dal male. Così sia.
1 Pater e 3 Ave al 5° Coro angelico.
SETTIMA INVOCAZIONE
Per intercessione di San Michele e del Coro Celeste dei Principati, Dio riempia le nostre anime dello spirito di vera e sincera obbedienza. Così sia.
1 Pater e 3 Ave al 7° Coro angelico.
OTTAVA INVOCAZIONE
Per intercessione di San Michele e del Coro Celeste degli Arcangeli, il Signore ci conceda il dono della perseveranza nella fede e nelle opere buone, per poter giungere all’acquisto della gloria del Paradiso. Così sia.
1 Pater e 3 Ave all'8° Coro angelico.
NONA INVOCAZIONE
Per intercessione di San Michele e del Coro Celeste di tutti gli Angeli , il Signore si degni di concederci di essere custoditi da Essi nella presente vita mortale e poi condotti alla gloria eterna dei Cieli. Così sia.
1 Pater e 3 Ave al 9° Coro angelico.
Si recitino infine quattro Pater:
il 1° a San Michele,
il 2° a San Gabriele,
il 3° a San Raffaele,
il 4° al nostro Angelo Custode.
CONSACRAZIONE A SAN MICHELE
O glorioso San Michele Arcangelo,
principe della milizia celeste,
fedele e sottomesso agli ordini di Dio,
vincitore dell’orgoglio di Lucifero,
che hai respinto gli angeli ribelli nell’inferno,
a te mi consacro, prendimi sotto la tua protezione.
A te consacro la mia famiglia,
i miei beni, i miei amici e la mia casa.
Difendimi e proteggimi nei pericoli della vita,
assistimi come avvocato nell’ora della mia morte
e conducimi nella gloria eterna
accompagnato dagli angeli e dai santi.
Amen.
LITANIE A SAN MICHELE ARCANGELO
Signore, abbi pietà di noi
Cristo, abbi pietà di noi
Signore, abbi pietà di noi
Gesù Cristo, ascoltaci
Gesù Cristo, esaudiscici
Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi
Santa Maria prega per noi
San Michele Arcangelo,
spada di Dio prega per noi
San Michele Arcangelo, condottiero degli angeli prega per noi
San Michele Arcangelo, spirito invincibile “
San Michele Arcangelo, armato di forza divina “
San Michele Arcangelo, difensore di Dio “
San Michele Arcangelo, vincitore contro Lucifero “
San Michele Arcangelo, potente contro tutti i demoni “
San Michele Arcangelo, potente contro ogni male “
San Michele Arcangelo, potente contro le persone malefiche “
San Michele Arcangelo, nelle nostre disgrazie “
San Michele Arcangelo, nelle nostre malattie “
San Michele Arcangelo, nelle guerre tra famiglie e tra popoli “
San Michele Arcangelo, nelle lotte per la difesa della Chiesa “
San Michele Arcangelo, nelle lotte intime contro le tentazioni “
San Michele Arcangelo, nelle lotte dell’agonia “
Dalle insidie del diavolo liberaci, o Signore!
PREGHIAMO
Dio onnipotente ed eterno, che ci hai dato l’Arcangelo S. Michele per protettore e difensore, fa che le nostre preghiere ci ottengano di essere sempre preservati da ogni male e dal fuoco dell’inferno. Te lo chiediamo per Gesù Cristo nostro Signore, Amen.

INVOCAZIONE AGLI ANGELI CUSTODI
Assisteteci, Angeli custodi, soccorso nel bisogno, conforto nella disperazione, luce nelle tenebre, protettori nei pericoli, ispiratori di buoni pensieri, intercessori presso Dio, scudi che respingono il nemico malvagio, compagni fedeli, amici verissimi, prudenti consiglieri, specchi d’umiltà e purezza.
Assisteteci, Angeli delle nostre famiglie, Angeli dei nostri figli, Angelo della nostra parrocchia, Angelo della nostra città, Angelo del nostro paese, Angeli della Chiesa, Angeli dell’universo.
Amen.
*
a Maria Santissima:
La Vergine Maria preservi       
tutti noi e le nostre famiglie
da ogni attacco del maligno:
fisico, mentale e spirituale;
ed interceda presso Suo figlio Gesù
il cui Sangue ha redento il mondo
e sotto la cui Parola di Vita
ogni ginocchio si piega sottomesso
in cielo, in terra e sottoterra.
Allontani la Vergine Immacolata
le insidie delle tenebre
la cui falsa forza s'infrange impotente
contro il manto Suo benedetto
sotto il quale ogni figlio ripara.
Amen
*
Invocazione quotidiana per ottenere la protezione di Maria Regina degli Angeli e Vincitrice dell’Inferno:
O Sovrana Regina del cielo, o potente Signora degli angeli, o Maria Santissima, Madre di Dio, fin dal principio hai avuto da Dio il potere e la missione di schiacciare la testa di Satana. Ti preghiamo umilmente, manda le tue legioni celesti, affinché sotto il tuo comando e con la tua potenza, perseguitino i demoni e combattano ovunque gli spiriti infernali, rintuzzino la loro temerarietà e li ricaccino nell’abisso.
Sublime Madre di Dio, manda il tuo esercito invincibile contro gli emissari dell’inferno tra gli uomini; distruggi i progetti dei senzadio e umilia tutti coloro che vogliono il male. Ottieni loro la grazia del ravvedimento e della conversione, perché diano gloria alla SS. Trinità e a te. Aiuta ovunque la vittoria della verità e della giustizia.
Potente Patrona, con i tuoi spiriti fiammeggianti, proteggi su tutta la Terra i tuoi santuari e luoghi di grazia. Sorveglia attraverso di loro le chiese e tutti i luoghi sacri, oggetti e persone, soprattutto il tuo divin Figlio nel SS. Sacramento. Impedisci che vengano disonorati, profanati, derubati, distrutti o violati. Impediscilo Signora.
O Madre celeste, Maria Immacolata, proteggi infine anche i nostri averi, le nostre abitazioni, le nostre famiglie, da tutte le insidie dei nemici, visibili ed invisibili. Fa governare in esse i tuoi Santi Angeli e regnare in esse la devozione, la pace ed il gaudio dello Spirito Santo.
Chi è come Dio? Chi è come Te, Maria regina degli Angeli e vincitrice dell’inferno? O buona e tenera Madre Maria, sposa illibata del Re degli Spiriti celesti nel cui aspetto essi vogliono specchiarsi, Tu rimarrai per sempre il nostro amore, la nostra speranza, il nostro rifugio e vanto! S. Michele, santi Angeli e Arcangeli, difendeteci e proteggeteci!
*
Gli angeli fedeli a Dio,
lo glorificano incessantemente con la lode e il servizio ;
proteggono la Chiesa
e accompagnano il nostro cammino verso la vita eterna.
Altri angeli, invece, sono nemici dell' uomo;
essi sono spiriti ribelli, accecati dall' orgoglio
che odiano Dio e la sua creazione e
vorrebbero trascinare tutto e tutti nella perdizione.
Tentano gli uomini al peccato
e mettono in opera varie forme di violenza e d' inganno.
Sono chiamati demòni, e hanno come capo Satana.
" il principe del mondo "(Gv.12,31)
" il serpente antico...che seduce tutto il mondo " (Ap.12,9)
" omicida fin da principio...e padre della menzogna " (Gv.8,44)
Malvagio e potente, attraverso un' illusione di vita,
organizza sistematicamente la perdizione e la morte.
Nei confronti di Satana e dei demòni bisogna essere vigilanti,
ma senza paura, non bisogna temerli,
in quanto sono stati vinti da Cristo.
Essi possono agire liberamente, nei limiti che Dio permette ;
loro malgrado, finiscono per contribuire al bene
e al regno di Dio, anche con le loro macchinazioni,
com'è avvenuto nella passione di Cristo.
Cristo ha dato anche a noi la possibilità
di lottare vittoriosamente contro di essi.
Prendete perciò l'armatura di Dio, perchè possiate resistere nel giorno malvagio e restare in piedi dopo aver superato tutte le prove. Ef.6,12
Queste sono alcune preghiere di liberazione
dal demonio e da influenze malefiche ;
ricordiamoci però, che quando ci rivolgiamo al Signore,
il requisito più importante
e maggiormente richiesto dal Vangelo,
è la fede.
Il cristiano, deve ricorrere alla preghiera,
umile e fiduciosa,
che non pretende di conseguire i risultati ad ogni costo,
ma che accetta quello che Dio,
nella sua Provvidenza, dispone.
Inoltre, è ovvio che i sacramenti e la Parola di Dio,
sono certamente più efficaci delle nostre invocazioni personali.
L' ordine d'importanza e di efficacia
per accogliere la presenza liberatrice del Signore, è questo :
1° La S.Confessione
che è il sacramento direttamente rivolto
a strappare le anime a Satana.
2° La S.Messa.
3° La S.Comunione.
4° L'adorazione Eucaristica.
5° Le preghiere bibliche e liturgiche.
es. i salmi, i cantici, il credo, il gloria...
6° Il S.Rosario
e tutte le preghiere della tradizione comune.
" Durante un esorcismo, attraverso la persona posseduta,
Satana mi ha detto :
Ogni Ave Maria del Rosario, è per me una mazzata in testa ;
se i cristiani conoscessero la potenza del Rosario,
per me sarebbe finita ! "
Ecco cosa ci vuole per difenderci da Satana:
Preghiera quotidiana, Sacramenti, digiuno.
Don Gabriele Amorh
*
SIA BENEDETTA L’ORA DELLA NASCITA DI DIO
Sia benedetta l’ora della nascita del Dio Uomo; sia benedetto lo Spirito Santo da cui Gesù Cristo è stato concepito; sia benedetta la gloriosa Vergine Maria, da cui è nato il Dio Uomo.
Il Signore esaudisca le mie preghiere, per intercessione della gloriosa Vergine Maria e in memoria di quell’ora sacra in cui è nato l’Uomo Dio; si realizzi ogni mio desiderio volto alla loro gloria e alla mia salvezza. O buon Gesù!
O Gesù Redentore! Non abbandonarmi e non punire i miei peccati come meriterebbero, ma esaudisci la mia umilissima preghiera e concedimi ciò che ti chiedo per intercessione della Santissima Vergine e per la gloria del tuo santo Nome. Amen.
(secondo la tradizione, Santa Colatie, co-patrona di Francia ricevette questa preghiera da un angelo. Le Clarisse dell’Ordine di Golette la recitavano ogni giorno per le madri di famiglia)
Tratto da: Un mese con san Michele Arcangelo di Marcello Stanzione – Edizioni Segno
*
“Riposo nello Spirito” e guarigione Riposo nello Spirito
“Il Signore è su di loro: essi vivranno. Tutto ciò che è in loro è vita del suo spirito. Guariscimi e rendimi la vita” (Is 38,16)
Quando si riceve un autentico tocco interiore da parte di Dio, si beneficia sempre di qualche grazia di consolazione o guarigione.
L’intensità di questo tocco può variare dalla semplice sensazione di pace e di gioia (che è di per sé benefica) fino ad un contatto molto più diretto e profondo.
Senza entrare nell’ambito dei fenomeni mistici di “alto grado” quali i rapimenti e le estasi, esiste un tipo di grazia particolare e piuttosto diffusa, comunemente chiamata “riposo nello Spirito”, che consiste nell’abbandono alla potenza dello Spirito Santo che priva momentaneamente delle forze fisiche colui che la sperimenta ed agisce a livello interiore.
Questo abbandono all’amore di Dio potrebbe essere superficialmente interpretato come un fenomeno che avvilisce la dignità umana poiché ritenuto in contrasto con i comuni modi di operare di Dio. In realtà, molti si sono profondamente convertiti assistendo a persone che cadono in questo riposo, o si sono perlomeno posti domande riguardo alla nostra reale dimensione spirituale. Più che umiliare le persone risulta infatti essere una vera e propria benedizione, così potente che i nostri corpi non sono in grado di contenerla.
Nei suoi scritti Teresa d’Avila descrive molto dettagliatamente i vari gradi di unione mistica dell’anima con Dio e le manifestazioni ad essi legati. Sembra in particolare che il fenomeno del riposo nello Spirio possa essere accomunato a quello che lei classifica come “sonno delle potenze”. Per potenze si intendono il moto e l’operazione, l’intelletto, la volontà, la memoria… A tal riguardo troviamo scritto:
“Mi pare che questo modo di orazione sia una manifesta unione di tutta l’anima con Dio, durante la quale sembra che il Signore voglia permettere alle potenze di capire e godere quanto Egli va in esse operando. […] Si ha come un sonno delle potenze, le quali, pur senza perdersi del tutto, non riescono a capire come agiscono. Il piacere, la soavità, le delizie che qui si godono sono incomparabilmente più grandi che in passato, perché qui l’acqua della grazia arriva alla gola, tanto che l’anima non può, né sa come avanzare, né come tornare in dietro, soltanto bramosa di quella grandissima gioia. Benché vedessi che era molto più intima della precedente, tuttavia capivo che non era un’unione piena di tutte le potenze, e confesso che non riuscivo a discernere né a comprendere dove ne fosse la differenza. […] Mi ero trovata molte volte come fuori di me e quasi ebbra d’amor di Dio, ma non avevo mai compreso come ciò avvenisse. Capivo che era un’operazione di Dio, ma non avevo mai compreso come Egli operasse, perché, quantunque le potenze gli fossero unite quasi del tutto, non erano però così assorte da non poter operare.[…] Qui le potenze non possono far altro che occuparsi in Dio. Sembra che nessuna ardisca muoversi, e nemmeno potremmo muoverle noi, a meno che volessimo distrarci. Tuttavia ci vorrebbe molta forza, e non sempre si riuscirebbe del tutto” (Teresa di Gesù s., Libro della Vita, cap. 16, 1-3)
Le persone che hanno sperimentato il riposo nello Spirito riferiscono di essersi sentite leggere come una piuma nel cadere e di aver provato una grande pace e senso di potenza di Dio mentre giacevano a terra. Al contrario, chi assiste al fenomeno, nota la persona cadere a terra rapidamente come se fosse svenuta.
Chi non conosce il fenomeno può spaventarsi, ma in realtà colui che cade nel riposo non sente alcun dolore e non sbatte la testa contro gli ostacoli presenti. Anche nel caso in cui urtasse violentemente contro oggetti spigolosi, non riporterà alcun dolore e danno. E’ sorprendente vedere come la mano di Dio protegge e accompagna a terra il corpo ormai privo (o parzialmente privo) della propria forza. Quando le persone cadono, riferiscono infatti che ciò avviene in maniera molto dolce e sperimentano spesso una sensazione di assenza di peso.
E’ importante chiarire che il riposo nello Spirito non ha niente a che vedere con gli stati di trance medianica tipici dei fenomeni di occultismo, in cui la persona perde completamente il controllo del proprio corpo e della propria psiche in quanto posseduta da qualche spirito Maligno.
Nel caso più comune colui che sperimenta l’autentico riposo nello Spirito rimane infatti vigile, sente i rumori intorno a se, gli odori ed ogni contatto esterno con il suo corpo. La persona è soltanto privata momentaneamente delle forze fisiche. Il Signore opera nello spirito della persona, amandolo, confortandolo, guarendolo, consolandolo e facendogli sperimentare un profondo senso di pace.
Il riposo nello Spirito si verifica in momenti particolarmente intensi in cui si invoca lo Spirito Santo, con o senza l’imposizione delle mani da parte di altre persone. Si verifica molto spesso durante gli incontri di preghiera dei gruppi del Rinnovamento nello Spirito ed in occasione delle loro adorazioni eucaristiche. Anche in luoghi dove la presenza del Signore è molto forte (es. Medjugorje) non è raro vedere persone che cadono nel riposo in seguito all’imposizione delle mani da parte di qualche Sacerdote.
Ciò che principalmente conta è l’apertura del cuore e la disponibilità ad abbandonarsi nelle mani del Signore. In alcuni casi può verificarsi la caduta nel riposo anche a casa propria, qualora si riesca a creare un adeguato clima di preghiera e lode a Dio. La lode, infatti, aumenta considerevolmente la probabilità che si verifichi il fenomeno in quanto rappresenta la situazione più vicina al clima di adorazione tipico degli Angeli e dei Santi in Paradiso.
Molte persone che hanno sperimentato il riposo nello Spirito ci aiutano a capire che da ciò derivano molteplici effetti positivi e reali, soprattutto a livello interiore:
– Sperimentare la presenza di Dio. Coloro che entrano nel riposo, sperimentano non solo tranquillità e pace, ma la presenza del Signore stesso.
– Facilitare la guarigione. Quando non c’è davvero tempo di parlare e di pregare come si vorrebbe, specialmente quando si è in presenza di molta gente. Se una persona cade nel riposo, il Signore può guarirla o liberarla più velocemente. Talvolta, quando non si sa cosa non va e non si ha il tempo di chiedere, sarà semplicemente il Signore ad occuparsene.
– A volte, nei casi più difficili, è necessario che il Signore operi con una potenza particolare (questo accade soprattutto nelle preghiere di liberazione, quando ci si trova in presenza di spiriti maligni). il riposo nello Spirito rende ogni cosa molto più facile, perché la potenza di Dio è talmente grande che tutto ciò che è male fatica a rimanere alla sua presenza; viene respinto dalla grandezza della bontà di Dio e non deve essere scacciato direttamente. Oppure, qualora sia necessario scacciarli, gli spiriti maligni si arrendono più facilmente. Lo stesso vale anche per la guarigione: questa speciale potenza sembra agevolare la guarigione; sembra succedere molto di più di quanto accade normalmente e più rapidamente. Spesso è come se il Signore stesso prendesse il controllo della situazione e desse consigli e guarigioni oltre agli aiuti di cui la persona ha bisogno.
Il riposo nello Spirito è perciò un vero e proprio dono, anche se alcuni evangelizzatori lo usano come semplice dimostrazione della potenza di Dio.
Per quanto riguarda l’elemento tempo, il riposo nello Spirito può durare da pochi secondi fino a diverse ore. Quando dura a lungo, generalmente il Signore ha deciso di operare più a fondo nella vita interiore della persona.
E’ importante ricordare che le persone che hanno sperimentato tale fenomeno non sono necessariamente sante, ma si tratta di doni che Dio concede anche ai deboli per attirarli a sé.
Sebbene fin qui si sia tentato di definire delle linee guida, in realtà quando le persone sperimentano il riposo dello Spirito, si possono verificare casistiche notevolmente diverse: alcune sono in grado di alzarsi, ma preferiscono riposare e pregare; altre sono incapaci di alzarsi e tuttavia sono pienamente consapevoli di tutto ciò che sta avvenendo; altre ancora sono così prese dalla loro realtà interiore che quasi non si accorgono di quanto sta accadendo intorno. Anche il grado dell’esperienza interiore varia in modo considerevole, da persone che sperimentano semplicemente una specie di sonno (senza che accada molto a livello interiore) all’essere quasi rapiti al settimo cielo come capitò a Paolo, o ad avere visioni della realtà divine.
Generalmente il riposo nello Spirito avviene sempre in modo tranquillo e ordinato. I casi in cui la persona urla o si assiste a qualche sorta di sfogo emotivo, portano a credere che la potenza dello Spirito abbia toccato in quella persona qualche area che necessita di guarigione interiore o di liberazione. Il bisogno di guarigione interiore di solito trova sfogo nelle lacrime che spesso sono state represse per molti anni. Talvolta, quando sono presenti spiriti maligni, la potenza dello Spirito li scuote; essi non possono sopportare la sua presenza e così si rivelano. D’altra parte, quando ciò accade, è consigliabile condurre la persona in un luogo dove si possa disporre della privacy necessaria per pregare e portare a termine la liberazione. In breve, tutto quanto non avviene in modo semplice e pacifico non è azione diretta dello Spirito, ma è la reazione di una natura umana ferita o delle forze del male.
Chiaramente si possono presentare problemi, in primo luogo perché il riposo nello Spirito appare come qualcosa di sensazionale e la gente ne comprende assai poco il significato. Le persone ne rimangono talmente impressionate, che la ricerca del sensazionale può prendere il sopravvento. Si spera che ne venga sempre evidenziato lo scopo principale – quello spirituale – e non causi più stupore. La risposta alla maggior parte di questi problemi non è pertanto la soppressione del dono – n tal modo il suo valore e il suo fine andrebbero perduti per la comunità – quanto piuttosto un suo uso prudente e saggio affinché venga compreso e non ne vengano esaltati gli aspetti sensazionali.
La gente solitamente ha la tendenza a ricercare il nuovo e lo spettacolare; invece di cercare Gesù, desidera delle manifestazioni visibili. Spesso, quando le persone cominciano a cadere a destra e a sinistra, l’esito che ne deriva è quello di un’atmosfera circense, che disturba qualunque cristiano equilibrato.
E’ inoltre importante ricordare che sono sempre possibili contraffazioni psichiche e naturali di questo fenomeno ed è un errore esprimere un giudizio semplicistico sostenendo che un incontro nel quale si verifica il riposo nello Spirito è più “ricolmo di Spirito” oppure un Sacerdote (o laico) è più spirituale quando, attraverso la sua imposizione delle mani, la gente “cade nel riposo dello Spirito” oppure che una persona che cade nel riposo “è più spirituale di chi non si abbandona”. Ci sono persone che non cadono mai nel riposo quando si prega per loro, ma che sembrano molto vicine al Signore. Forse la ragione per cui non è accaduto è che sono così abituate a sperimentare la potenza dello Spirito che avvertono, per così dire, solo un piccolissimo “differenziale”. Santa Teresa d’Avila spiega che quanto più si abituava alla potenza di Dio tanto minori erano le manifestazioni fisiche, mentre la sua vita di preghiera s’intensificava.
Sembra quindi che le persone abituate alle esperienze spirituali siano meno portate ad andare nel riposo nello Spirito. Inoltre, alcuni critici del fenomeno sostengono che coloro che cadono più facilmente appartengono ad un genere di persone più suggestionabili, gli adolescenti ad esempio, tuttavia non è così automatico. In genere, una persona aperta allo Spirito Santo ed alla sua libera azione – sia essa matura o immatura – è più portata di un’ altra al riposo nello Spirito.
Essere più sensibili all’azione dello Spirito è quasi avere una marcia in più; non si tratta solo di essere suggestionabili, sebbene per alcune persone entri in gioco anche questo fattore. D’altro canto molta gente fa di tutto per non cadere nel riposo; tuttavia, quando la potenza è molto forte, cade lo stesso.
Vi sono alcuni tipi di persone che sembrano frenare questa esperienza, in particolare coloro che riescono a controllare le loro emozioni. Certi individui temono veramente di lasciarsi andare: non si tratta tanto di un problema spirituale quanto interiore; hanno paura di tutto quanto non riescono a dominare attraverso la ragione. Alcune persone appaiono più mature, ma sono in realtà troppo controllate e hanno perso la capacità di rispondere alla vita con spontaneità.
In breve, è avventato esprimere qualunque genere di giudizio sommario sulle persone che cadono nel riposo, ritenendole diverse da coloro che rimangono in piedi. Talune cadono perché sono immature e cercano soltanto qualche nuovo tipo di esperienza; altre si rifiutano di cadere perché sono emotivamente limitate (e immature in un altro senso). Certe persone si lasciano travolgere dallo Spirito, perché sono aperte e si arrendono senza problemi; altre ancora non cadono perché sono già così vicine a Dio che il “differenziale” non è tale da farle cadere. Dunque, non giudicate, per non essere giudicati (cfr. Mt 7,1).
Per concludere è necessario dire che non tutti vengono guariti cadendo nel riposo nello Spirito. A volte i malati possono aver avuto un’esperienza di pace o persino una sorta di profonda unione spirituale con Dio (sperimentando amore, protezione, potenza), ma ciò non implica necessariamente la loro guarigione fisica o interiore. Purtroppo sono tante le persone che rimangono deluse quando le loro aspettative non si realizzano immediatamente. Quindi è importante ricordarsi, da un lato di accettare la benedizione interiore ottenuta tramite il riposo nello Spirito, e dall’altro di non perderla a causa dell’ansia o di un falso senso di colpa per non aver ricevuto la guarigione attesa.
II riposo nello Spirito, tuttavia, è uno stato in cui c’è molta probabilità che la persona riceva una guarigione interiore o fisica. In alcuni casi sembra che esso intervenga per “anestetizzare” la persona, prima di subire un “intervento chirurgico” da parte del Signore; in certi casi l’intervento è breve, in altri può durare anche molte ore.
Fonte: “Il Riposo nello Spirito”, Padre Robert De Grandis, Edizioni San Michele
*
PREGHIERA DI LIBERAZIONE E GUARIGIONE DI PADRE TARDIF PER UN ALTRA PERSONA:
Padre Santo, Dio onnipotente e misericordioso, in Nome di Gesù Cristo, per l’intercessione di Maria Vergine, manda il tuo Santo Spirito su (si dice il nome). Spirito del Signore scendi su (nome); fondilo, plasmalo, riempilo di te, esaudiscilo, usalo, guariscilo. Caccia via da lui tutte le forze del male, annientale e distruggile, perché possa stare bene e operare il bene. Caccia via da lui tutti gli spiriti cattivi i malefici, le stregonerie, ogni effetto della magia nera, delle messe nere, delle fatture, delle legature, delle maledizioni e del malocchio. Spezza tutti i legami occulti, medianici e di dipendenza che lo ostacolano; allontana da lui ogni possibile influenza diabolica, infestazione diabolica, vessazione diabolica, ogni ossessione diabolica, o possessione diabolica; allontana tutto ciò che è male, peccato, invidia, gelosia, perfidia, discordia, impurità, infatuazione; allontana da lui la malattia fisica, psichica, morale, spirituale, diabolica. Brucia tutti questi mali nell’inferno, perché non abbiano mai più a toccare né lui né nessun’altra creatura al mondo. Nel Nome di Tuo Figlio, Gesù Cristo Salvatore, ordina e comanda a tutti gli spiriti immondi, a tutte le presenze cattive che lo molestano, di lasciarlo immediatamente, di lasciarlo definitivamente e di andare nell’inferno eterno, incatenati dagli Arcangeli Michele, Gabriele, Raffaele e dal mio Angelo Custode, oltre che schiacciati sotto il calcagno dalla Vergine Santissima Immacolata. Dona a (nome), Padre, tanta fede, gioia, salute e pace, oltre a tutte le grazie di cui ha bisogno per servirti sempre meglio. Il tuo Preziosissimo Sangue, Gesù, mio Signore sia su di (nome) e su tutti e ci protegga da ogni male. Gloria al Padre…
*
PREGHIERA DI LIBERAZIONE E GUARIGIONE DI PADRE TARDIF
PER SE STESSI:
Padre Santo, Dio onnipotente e misericordioso, in Nome di Gesù Cristo, per l’intercessione di Maria Vergine, manda il tuo Santo Spirito su di me. Spirito del Signore scendi su di me; fondimi, plasmami, riempimi di te, esaudiscimi, usami, guariscimi. Caccia via da me tutte le forze del male, annientale e distruggile, perché possa stare bene e operare il bene. Caccia via da me i malefici, le stregonerie, ogni effetto della magia nera, delle messe nere, delle fatture, delle legature, delle maledizioni e del malocchio. Spezza tutti i legami occulti, medianici e di dipendenza che mi ostacolano; allontana da me ogni possibile influenza diabolica, infestazione diabolica, vessazione diabolica, ogni ossessione diabolica, o possessione diabolica; allontana tutto ciò che è male, peccato, invidia, gelosia, perfidia, discordia, impurità, infatuazione; allontana da me la malattia fisica, psichica, morale, spirituale, diabolica. Brucia tutti questi mali nell’inferno, perché non abbiano mai più a toccare né me né nessun’altra creatura al mondo. Nel Nome di Tuo Figlio, Gesù Cristo Salvatore, ordina e comanda a tutti gli spiriti immondi, a tutte le presenze cattive che mi molestano, di lasciarmi immediatamente, di lasciarmi definitivamente e di andare nell’inferno eterno, incatenati dagli Arcangeli Michele, Gabriele, Raffaele e dal mio Angelo Custode, oltre che schiacciati sotto il calcagno dalla Vergine Santissima Immacolata. Donami, Padre, tanta fede, gioia, salute e pace, oltre a tutte le grazie di cui ho bisogno per servirti sempre meglio. Il tuo Preziosissimo Sangue, Gesù, mio Signore sia su di me e su tutti e ci protegga da ogni male. Gloria al Padre…
TRADUCERE :
Prayer of release and healing of father tardif
For themselves:

Holy Father, God Almighty and merciful, in the name of Jesus Christ, for the intercession of the virgin Mary, send your holy spirit on me. Spirit of the Lord come down on me; fondimi, plasmami, fill me of you, esaudiscimi, usami, guariscimi. Hunting away from me, all the forces of evil, annientale and destroy them, why can be fine and operate the good. Hunting away from me the evils, the sorcery, every effect of black magic, of the black masses, of invoices, of ligatures, of curses and hexes. Breaks all the hidden connections, medianici and of dependency that hinder me; away from me every possible influence diabolical, haunting diabolical, harassment, diabolical, every diabolical obsession, or possession diabolical; away everything that is evil, sin, envy, jealousy, perfidy , discord, impurities, infatuation; away from me the disease physical, mental, moral, spiritual, diabolical. Burn all these evils in hell, why not have ever more in touch neither me nor any other creature in the world. In the name of your son, Jesus Christ Savior, orders and commands to all the spirits foul, to all the bad that attendance molesting me, to let me immediately, to let me permanently and to go into the eternal hell, chained by the Archangels Michael, Gabriel, Raphael And from my guardian angel, beyond that crushed under the calcagno by the holy virgin spotless. Donami, Father, so much faith, joy, health and peace, in addition to all the thanks i need for serving you always better. Your precious blood, Jesus, my Lord is on me and on all and protect us from all evil. Glory to the father...
*
PREGHIERA AL SANTISSIMO SACRAMENTO PER LE ANIME DEL PURGATORIO
Adorato Gesù, nostro Dio e Salvatore, dopo averci salvato morendo sulla Croce, andasti subito a consolare le Anime dei defunti che con vivissimo desiderio aspettavano nel seno di Abramo il sospirato Liberatore. Mi presento oggi al santo tabernacolo per ricordarti, o Redentore delle Anime, quei momenti di felicità indicibile, quando cogliesti i frutti di tante tue sofferenze, applicando alle Anime del Purgatorio i meriti della tua Croce e le liberasti dal luogo dove da tanti secoli Ti stavano aspettando. Come gioisti, Gesù, quando tutte quelle Anime belle Ti accolsero come loro Redentore, con grande felicità Ti circondarono, con riconoscenza risposero ai tuoi abbracci e con cantici festosi Ti seguirono nella tua Ascensione al Cielo. Ancora tante Anime elette, però, soffrendo e piangendo sospirano il loro Liberatore, attendono Te, o Gesù, che col tuo Sangue e con la tua santa Croce hai riaperto il Paradiso. Tu, Liberatore delle Anime, sei qui e dal tabernacolo eucaristico T'immoli per tutti. Mio Dio, Tu sei qui ed hai operato il grande miracolo di esserti unito a noi così strettamente da renderci una sola cosa con Te. Non solo Ti unisci a noi per mezzo della Santa Comunione, quando Ti riceviamo e Ti stringiamo vivo, vero e reale al nostro cuore, ma anche quando ci associ nell'infinita tua bontà all'opera della Redenzione delle Anime.
Per questi grandi privilegi, o Signore, io Ti offro tutte le tue sofferenze dall'istante dell'incarnazione fino all'ultimo respiro sulla Croce; Ti offro il Sangue che per noi hai versato, le perfette riparazioni che hai offerto al Padre per noi, tutti i tuoi meriti, i dolori di Maria, tua Madre, tutte le Celebrazioni Eucaristiche che si offrono sulla terra, e con questo tesoro di infinito valore, Ti domando la liberazione delle Anime del Purgatorio, specialmente di quelle che più mi stanno a cuore. Per mezzo del tuo Sangue prezioso, o Signore, siano purificate da ogni macchia. Dal tuo santo tabernacolo ora, Gesù, benedicimi, concedimi la grazia di saper amare di più e di vivere in modo da poter morire senza debiti con la tua giustizia.
*
OFFERTA DELLE SETTE EFFUSIONI DEL PREZIOSISSIMO SANGUE
Il Signore disse a Madre Costanza Zauli:“Il Sangue di Cristo presentato dalle mani e dal Cuore di Maria vostra Madre, vi otterrà, dalla bontà del Padre, clemenza e ampia effusione di misericordia, che annienterà vittoriosamente tutti i piani dell’inferno, con questa offerta Egli effonderà continuamente un onda santificatrice; il Sangue preziosissimo di Cristo ecco la leva potente, che ci rimane per risollevare l’umanità dall’abisso, con esso si avranno veri miracoli di misericordia sui peccatori”. La stessa Madre Costanza incoraggiava tutti a questa devozione diceva spesso: “Offriamo spesso il Sangue di Gesù all’eterno Padre, che forza ha questo Sangue! Sappiamo unire al suo grido potente il nostro grido di fede e amore per ottenere pietà e misericordia a questa povera umanità sofferente!”. Un giorno la Madonna le disse: “Aiutami, figlia mia, per darmi sempre qualcosa in favore delle anime del Purgatorio, offri spesso il Sangue preziosissimo del mio Gesù, unendoti alle Sante Messe che di continuo si celebrano sugli altari del mondo.”
Prima effusione del Sangue di Gesù nella sua circoncisione
O Trinità adorabile, per le mani di Maria corredentrice, ti offriamo il Sangue preziosissimo di Gesù, scaturito nella sua circoncisione, in rendimento di grazie per il dono della redenzione, e ti preghiamo di essere fedeli alla Tua santa Legge d’amore e per ottenere grazia, misericordia e pace a tutti i popoli della terra. Gloria al Padre
Seconda effusione del Sangue di Gesù nell’agonia del Getsemani
Padre misericordioso, per i meriti infiniti del preziosissimo Sangue che il Tuo Figlio Gesù effuse nell’agonia del Getzemani, ti preghiamo, fa che, in comunione con Lui e con la sua Madre SS, ci pieghiamo silenziosamente ad adorare ogni espressione della Tua Volontà, per adempierla con amore. Gloria al Padre
Terza effusione del Sangue di Gesù nella Sua flagellazione
Signore Gesù, nostro Dio e Salvatore, ti preghiamo: purificaci nel Sangue preziosissimo da Te sparso nella Tua flagellazione e concedici di penetrare, con la Madre Tua, le profondità della Tua Passione interiore e di offrirti i nostri cuori amanti, nei quali ti possa riposare e trovare balsamo alle tue ferite. Gloria al Padre
Quarta effusione del Sangue di Gesù nella coronazione di spine
Padre santo, ti offriamo il Sangue preziosissimo che il tuo Figlio divino effuse nella Sua coronazione di spine e ti chiediamo di rivestire degli splendori della tua santità i tuoi sacerdoti, affinché colmi di Spirito Santo, portino in tutte le anime il fuoco della tua divina carità: che è lo spirito genuino di Gesù Cristo Signore nostro. Gloria al Padre
Quinta effusione del Sangue di Gesù nella salita al calvario.
Dio di bontà infinita, ti preghiamo affinché il sangue che Gesù sparse nella salita al calvario scenda su tutti noi come onda purificatrice, rigeneratrice, santificatrice. Da questo Sangue possiamo attingere la forza di seguire le orme del Tuo Figlio sulla via dolorosa, per ottenere, uniti a lui, torrenti di grazia e fiumi di misericordia per tutti. Gloria al Padre
Sesta effusione del Sangue di Gesù nella sua crocifissione
O Trinità santissima, in unione alla Vergine addolorata, ti offriamo il Sangue prezioso che Gesù sparse nella sua crocifissione, per adorarti, ringraziarti, riparare i peccati che si commettono, e per intercedere tutte le grazie di cui abbiamo bisogno. Ti chiediamo in particolare di saperti donare amore per amore, nella soavità di un sacrificio ma i sospeso, come umile cooperazione all’opera della salvezza. Gloria al Padre
Settima effusione del Sangue di Gesù nella ferita al Costato.
Signore Gesù Cristo, mite agnello immolato, ti preghiamo umilmente: dal tuo Cuore trafitto sulla croce, da cui sgorgarono Sangue e Acqua per la nostra salvezza, effondi in noi il tuo Spirito d’amore, affinché possiamo amarci come tu ci ami ed essere una cosa sola con Te nel Padre e fra noi. Gloria al Padre
Preghiera per ottenere grazia, misericordia e pace
Padre Santo, guarda al tuo Figlio divino nel SS. Sacramento. Ti preghiamo la forza d’impetrazione di ogni istante che Egli passa in questo Stato Eucaristico: istante che eterna la sua immolazione e ha tutta l efficacia del grido valido del suo Sangue, dei suoi Meriti, del suo Amore e ti domandiamo di glorificarlo come Egli glorifica Te. Non guardare ai delitti che anneriscono questa povera terra, ma unicamente allo splendore che custodisce nella divina Eucaristia e intervieni, manifestando la Tua onnipotenza, in forza del tuo amore e della tua bontà. Per Gesù Cristo nostro Signore. Amen
*
ATTO DI CONSACRAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO
O glorioso San Michele Arcangelo,
principe della milizia celeste,
fedele e sottomesso agli ordini di Dio,
vincitore dell’orgoglio di Lucifero,
che hai respinto gli angeli ribelli nell’inferno,
a te mi consacro, prendimi sotto la tua protezione.
A te consacro la mia famiglia,
i miei beni, i miei amici e la mia casa.
Difendimi e proteggimi nei pericoli della vita,
assistimi come avvocato nell’ora della mia morte
e conducimi nella gloria eterna
accompagnato dagli angeli e dai santi
Amen.
*
Non allontanarti da Me per seguire i falsi idoli di questo mondo
*
San Michele Arcangelo, 
con la Tua Luce illuminaci.
San Michele Arcangelo,
con la Tua Spada difendici.
San Michele Arcangelo,
sotto le Tue Ali proteggici.
San Michele Arcangelo,
dividi il bene dal male,
nelle menti e nei cuori.
Amen
*
CORONCINA A GESU’ MISERICORDIOSO PER I MALATI
(nell’anima e nel corpo)
(Si usa una normale Corona del Rosario)
Si comincia con Atto di dolore, Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre e Credo.
Poi si prosegue così:
1. Sostieni, o Gesù, la Tua Chiesa, in mezzo ad un mondo ostile o indifferente. Si comprenda da tutti che essa svolge i compiti che tu le hai assegnato, per la salvezza degli uomini e per il vero progresso della società.
Gesù confido in Te (10 volte), Gloria al Padre e questa preghiera:
PREGHIERA
Gesù confido in Te: nella Tua Volontà divina.
Poggia su di me le tue mani sante e venerabili; toccami, sarò risanato e guarito.
Irradiami e avvolgimi con lo splendore della luce dei tuoi raggi divini che escono dal tuo Cuore pieno d'amore. Illumina lo spirito, la mia anima e il corpo.
Abbaglia tutti gli spiriti del male. Accecali, annientali, atterrali, bruciali.
Invoco l'intercessione di Maria Santissima Immacolata, che scioglie tutti i nodi dei mali, di San Giuseppe, suo castissimo sposo, dei Santi Apostoli, dei santi e dei martiri di tutti i tempi.
Venga in nostro soccorso la Santissima Trinità che con l'opera di san Michele Arcangelo, di tutti gli Arcangeli e Angeli, scaraventi satana e tutti i demoni nell'abisso dell'inferno.
Nel tuo amore misericordioso, o mio buon Gesù, abbracciami. Mi sentirò sicuro nel tuo abbraccio divino.
Io non ci penso più. Pensaci Tu! E coprimi con la pioggia della tua benedizione.
2. Ti affidiamo, o Signore, tutti i consacrati. Siano fedeli agli impegni che si sono assunti nella Chiesa. Diano esempio di umiltà, di intensa preghiera, di distacco da tante cose vane e superflue.
Gesù confido in Te (10 volte), Gloria al Padre e Preghiera.
3. O Signore Gesù che sei sempre stato attento e premuroso con i malati e i sofferenti, ti preghiamo per tutti coloro che sono nel dolore. Sappiano guardare alla croce per attingere forza e consolazione.
Gesù confido in Te (10 volte), Gloria al Padre e Preghiera.
4. O Gesù, nostro Salvatore, satana, nemico di buoni e del bene, in tanti modi ci tormenta e ci inganna, ti preghiamo di essere illuminati, per vincere le sue insidie e le sue tentazioni.
Gesù confido in Te (10 volte), Gloria al Padre e Preghiera.
5. O Gesù buono, ti preghiamo per noi qui presenti. Tu vedi le nostre angustie e le nostre necessità. Intervieni con la tua onnipotenza in nostro soccorso, affinchè ancora una volta abbiamo da magnificare i premurosi interventi del tuo Cuore mite e misericordioso.
Gesù confido in Te (10 volte), Gloria al Padre e Preghiera.
Alla fine: ci benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo+
*
Preghiera per chiedere la grazia di perdonare
Gesù, tu sei il medico dell’anima e del corpo, noi crediamo che tu guarisci. Tu chiedevi la fede:
“La tua fede ti ha salvato!”.
Rafforza, o Signore, la fede di ciascuno di noi perché essa sia ferma, forte e sia un credere che a te tutto è possibile. L’Angelo Gabriele ha chiesto questo a Maria quando le ha detto:
“Credi, Maria: a Dio nulla è impossibile!”.
Per questo io ora ti prego, o Signore: rafforza la mia fede, rafforza la mia fiducia in te! Credo in te, o Gesù, credo in te! Tutto è possibile a te!
Continua a pregare Gesù che rafforzi la tua fede e ripeti le parole: “Gesù, credo in te, tutto è possibile a te!”.
Ferite ed offese causano in noi inquietudine: non c’è pace se non perdoniamo. Perciò ti prego, o Gesù: dammi la grazia del perdono! Perdona, o Gesù, le offese che ho fatto io, quando io ho ferito e offeso gli altri, ho augurato loro del male. Perdonami, Gesù! Così come ti prego di perdonare me, io ora perdono gli altri, perdono coloro che mi hanno offeso in qualunque momento ed in qualunque modo: con parole, con azioni, o con ingiustizie: li perdono! Dammi l’amore verso quelle persone come ci insegna tua Madre:
“Pregate per avere amore verso la persona che vi offende, finché non vedrete in lei delle buone qualità”.
O Gesù, dammi l’amore verso la persona che mi ha offeso, che non mi piace, che è pesante per me, che è per me una croce! Ora dico dentro di me alla persona che mi ha offeso: “Ti amo, ti perdono! Ti amo perché Gesù ti ama, ti perdono perché Gesù ti perdona!”.
Continua a pregare per avere amore verso la persona che ti ha offeso.
Una schiavitù interiore, una catena interiore nell’anima può causare inquietudine: quando in me c’è odio, gelosia, invidia, o rabbia. Oppure quando il mio cuore non è libero a causa della schiavitù e della dipendenza dalle cose materiali, dalle persone ed in me c’è inquietudine. Gesù, liberami da tutte queste catene e da tutte queste negatività che mi rendono schiavo e causano inquietudine dentro di me ed attorno a me! Liberami, o Gesù! A volte c’è in me avidità di cose: desidero avere di più, ancora di più e per questa lotta e sofferenza dimentico le cose importanti: quelle spirituali. Dimentico di stare con la mia famiglia e con te, o Gesù! Liberami, o Gesù!
A volte l’inquietudine è causata dalla paura: temo per me stesso, per la mia famiglia, per il futuro, mi chiedo se avrò mezzi sufficienti per vivere. Ho paura che capiti qualcosa ai miei cari e questa paura infonde inquietudine nel mio cuore. Liberami dalla paura, o Gesù, perché tu dici: “Non temere, non preoccupatevi in modo angoscioso!”. Liberami, o Gesù!
Continua a pregare che Gesù ti liberi interiormente.
Gesù, tu hai guarito anche le malattie del corpo. Ti affido le mie malattie corporali, se ne ho. Se non ne ho, prego per quelli che conosco, per coloro che sono malati nel corpo. Gesù, guariscici, cura i nostri dolori fisici, tocca i dolori fisici!
Padre nostro
Ave Maria
Gloria al Padre
Preghiera di guarigione del 4/10/2011 a Medjugorje.
*
DEVOZIONE AL SACRO CAPO DI GESU’
Questa devozione è riassunta nelle seguenti parole dette dal Signore Gesù a Teresa Elena Higginson il 2 Giugno 1880:
“ Vedi, o figlia prediletta, sono rivestito e schernito come un pazzo nella casa dei miei amici, sono messo in derisione, Io che sono Dio di Sapienza e di Scienza. A Me, Re dei re, l’Onnipotente, si offre un simulacro di scettro. E se vuoi contraccambiarmi, non potresti fare di meglio che dire che si faccia conoscere la devozione su cui ti ho così sovente intrattenuta.
Desidero che il primo venerdì seguente la festa del mio Sacro Cuore sia riservato come giorno di festa in onore del mio Sacro Capo, quale Tempio della Divina Sapienza e mi sia offerta una pubblica adorazione per riparare a tutti gli oltraggi e peccati che vengono continuamente commessi contro di Me.” E ancora: “E’ immenso desiderio del mio Cuore che il mio Messaggio di salvezza sia propagato e conosciuto da tutti gli uomini.”
In altra occasione Gesù disse: “ Considera l’ardente desiderio che provo di vedere il mio Sacro Capo onorato, così come ti ho insegnato.”
Per capire meglio riportiamo alcuni stralci degli scritti della mistica inglese al suo Padre spirituale:
“Nostro Signore mi mostrava questa Divina Sapienza come potenza direttrice che regola moti ed affetti del Sacro Cuore. Mi ha fatto capire che al Sacro Capo dinostro Signore devono essere riservate adorazioni e venerazioni speciali, in quanto Tempio della Divina Sapienza e potenza direttrice dei sentimenti del Sacro Cuore. Nostro Signore mi ha mostrato anche come il Capo sia il punto di unione di tutti i sensi del corpo e come questa devozione non sia solo il complemento, ma anche il coronamento e la perfezione di tutte le devozioni. Chiunque venererà il suo Sacro Capo attirerà su di sé i migliori doni del Cielo.
Nostro Signore ha detto inoltre: “ Non vi scoraggiate delle difficoltà che sopraggiungeranno e delle croci che saranno numerose: Io sarò il vostro sostegno e la vostra ricompensa sarà grande. Chiunque vi aiuterà a propagare questa devozione sarà mille volte benedetto, ma guai a coloro che la rifiuteranno od agiranno contro il Mio desiderio al riguardo, perché li disperderò nella mia collera e non vorrò più sapere ove siano. A quelli che mi onoreranno darò dalla mia Potenza. Io sarò il loro Dio e loro Miei figli. Metterò il Mio Segno sulle loro fronti e il mio Sigillo sulle loro labbra.” ( Sigillo = Sapienza)
Dice Teresa: “ Nostro Signore e la sua Santa Madre considerano questa devozione come un potente mezzo per riparare l’oltraggio che fu fatto a Dio Sapientissimo e Santissimo quando fu coronato di spine, preso in derisione, disprezzato e rivestito come un folle. Sembrerebbe ora che queste spine stiano per fiorire, voglio dire che Egli desidererebbe attualmente essere coronato e riconosciuto come la Sapienza del Padre, vero Re dei re. E come nel passato la Stella condusse i Magi da Gesù e Maria, in questi ultimi tempi il Sole di Giustizia deve condurci al Trono della Trinità Divina. Il Sole di Giustizia sta per sorgere e noi lo vedremo nella Luce del Suo Volto e se ci lasciamo guidare da questa Luce, Egli aprirà gli occhi della nostra anima, istruirà la nostra intelligenza, darà raccoglimento alla nostra memoria, nutrirà la nostra immaginazione di una sostanza reale e vantaggiosa, guiderà e farà piegare la nostra volontà, ricolmerà il nostro intelletto di cose buone ed il nostro cuore di tutto quel che esso possa desiderare.”
16.07.1881: “Nostro Signore mi ha fatto sentire che questa devozione sarà come il granello di senape. Quantunque poco conosciuta al presente, essa diverrà in futuro la grande devozione della Chiesa perché in essa viene onorata tutta la Sacra Umanità, la Santa Anima e le Facoltà Intellettuali che fino ad ora non sono state particolarmente venerate e sono tuttavia le parti più nobili dell’essere umano: il Sacro Capo, il Sacro Cuore e di fatto tutto il Sacro Corpo.
Voglio dire che le Membra del Corpo Adorabile, come i suoi Cinque Sensi, erano diretti e governati dalle Potenze Intellettuali e Spirituali e noi veneriamo ogni atto che queste hanno ispirato e che il Corpo ha compiuto.
Egli ha incitato a domandare la vera Luce della Fede e della Sapienza per tutti.”
Giugno 1882: “Questa devozione non è assolutamente destinata a sostituire quella del Sacro Cuore, deve solo completarla e farla progredire. E di nuovo Nostro Signore ha impresso in me che spanderà al centuplo, su quelli che praticheranno la devozione al Tempio della Divina Sapienza, tutte le grazie promesse a coloro che onoreranno il suo Sacro Cuore.
Se non abbiamo la fede non possiamo né amare né servire Dio. Ancora adesso l’infedeltà, l’orgoglio intellettuale, la ribellione aperta contro Dio e la sua Legge rivelata, l’ostinazione, la presunzione riempiono gli spiriti degli uomini, li sottraggono al giogo sì dolce di Gesù e li legano con le catene fredde e pesanti dell’egoismo, del proprio giudizio, del rifiuto a lasciarsi condurre al fine di governarsi da soli, da cui deriva la disobbedienza a Dio e alla Santa Chiesa.
Allora lo stesso Gesù, verbo Incarnato, Sapienza del Padre, che si è reso obbediente sino ala morte di Croce, ci dà un antidoto, un elemento che può riparare, ripara e riparerà in tutti i modi e che ripagherà al centuplo il debito contratto verso la Giustizia Infinita di Dio. Oh! Quale espiazione si potrebbe offrire per riparare una tal offesa? Chi potrebbe pagare un riscatto sufficiente a salvarci dall’abisso?
Guardate, ecco una Vittima che la natura disprezza: il Capo di Gesù coronato di spine!”
PREGHIERA 
“O Maria , ti imploro per tutto l’amore e gli omaggi da Te offerti a questo Tempio della Divina Sapienza, davanti al quale i Cherubini ed i Serafini si prostrano in adorazione tremanti di timore e di amore, per questo Sacro Capo che sì sovente stringesti al Tuo Cuore Immacolato e facesti riposare sul Tuo Seno!
O Maria, o Giuseppe, o Cori degli Angeli e Gloriosa Assemblea dei Santi, levate in alto, ora, i vostri spiriti, i vostri cuori e le vostre mani verso l’Adorabile Trinità e supplicate il Santo dei Santi di rivolgere i sui occhi su queste calde gocce vermiglie di valore infinito del Sangue Prezioso di Nostro Signore, che obbedirono agli ordini della Sua Divina Sapienza; chiedetegli, per la sua obbedienza sino alla morte, per la Sapienza e l’Amore da Lui testimoniati alle Sue creature, di levarsi e spandere questa Luce su tutta la terra.
Ove saremmo senza la sua Sapienza ed il suo Amore infiniti? Nel nulla, dal quale Egli trasse tutte le cose. Che tutte le creature, dunque, riconoscano, lodino, benedicano ed amino questa Sapienza ed adorino il Sacro Capo di Gesù come Suo Tempio!”.
3 Padre Nostro.
1 Ave Maria
1 Gloria.
LITANIE DEL SACRO CAPO DI GESÙ
Con Imprimatur, 26 agosto 1937 – C.Puyo V.G.

Signore, abbi pietà di noi.
Gesù Cristo, abbi pietà di noi.
Signore, abbi pietà di noi.
Gesù Cristo, ascoltaci.
Gesù Cristo, esaudiscici.
Padre Celeste che sei Dio, abbi pietà di noi.
Figlio Redentore del mondo, abbi pietà di noi.
Spirito Santo, che sei Dio, abbi pietà di noi.
Trinità Santa, che sei un solo Dio, abbi pietà di noi.
Sacro Capo di Gesù, formato dallo Spirito Santo nel
seno della Vergine Maria, abbi pietà di noi.
Unito sostanzialmente al Verbo di Dio,
abbi pietà di noi.
Tempio della Divina Sapienza, “
Focolare di eterni chiarori, “
Santuario dell’Intelligenza infinita, “
Provvidenza contro l’errore, “
Sole della terra e del Cielo, “
Tesoro di Scienza e pegno di Fede,
Raggiante di bellezza, di giustizia e di amore,
Pieno di grazia e di verità,
Lezione vivente di umiltà,
Riflesso dell’infinita Maestà di Dio,
Centro dell’Universo,
Oggetto delle compiacenze del Padre Celeste,
Che hai ricevuto le carezze della Vergine Maria,
Sul quale si è riposato lo Spirito Santo,
Che hai lasciato risplendere un riflesso della
Tua gloria sul Tabor,
Che non hai avuto sulla terra ove riposarvi,
Che hai gradito l’unzione profumata della
Maddalena,
Che nell’entrare in casa di Simone, ti sei degnato
dirgli che non aveva unto il Tuo Capo,
Inondato di sudore di Sangue nel Getsemani,
Che hai pianto sui nostri peccati,
Coronato di spine,
Indegnamente oltraggiato durante la Passione,
Consolato dal gesto amoroso della Veronica,
Che ti sei chinato verso la terra, nel momento in cui
la salvavi con la separazione della tua Anima
dal tuo Corpo, sulla Croce,
Luce di ogni uomo che viene a questo mondo,
Nostra Guida e nostra Speranza,
Che conosci tutti i nostri bisogni,
Che dispensi tutte le grazie,
Che dirigi i moti del Cuore Divino,
Che governi il mondo,
Che giudicherai tutte le nostre azioni,
Che conosci il segreto dei nostri cuori,
Che vogliamo far conoscere ed adorare in tutta la
terra,
Che rapisci gli Angeli ed i Santi,
Che speriamo un giorno di contemplare svelato,
- Adoriamo, Gesù, il Tuo Sacro Capo.
- E ci sottomettiamo a tutti i decreti della Sua Infinita Sapienza.
PREGHIAMO
O Gesù, che ti sei degnato rivelare alla tua Serva Teresa Higginson, il tuo immenso desiderio di vedere adorato il Tuo Sacro Capo, concedici la gioia di farLo conoscere ed onorare. Lascia scendere sulle nostre anime un raggio della Tua Luce per poter progredire, di lume in lume, condotti dalla Tua Adorabile Sapienza, fino alla ricompensa promessa ai tuoi eletti. Amen
Sia benedetto il Sacro Capo di Gesù.
Ora e sempre.
PREGHIERA QUOTIDIANA AL SACRO CAPO DI GESU’ 
O Sacro Capo di Gesù, Tempio della Divina Sapienza, che guidi tutti i moti del Sacro Cuore, ispira e dirigi tutti i miei pensieri, le mie parole, le mie azioni.
Per le tue sofferenze, o Gesù, per la tua Passione dal Getsemani al Calvario, per la corona di spine che straziò la tua fronte, per il tuo Sangue prezioso, per la tua Croce, per l’amore e il dolore di tua Madre, fai trionfare il tuo desiderio per la gloria di Dio, la salvezza di tutte le anime e la gioia del tuo Sacro Cuore. Amen.
*
Preghiera di guarigione
O Gesù, dì soltanto una parola e la mia anima guarirà!
Adesso preghiamo per la salute dell’anima e del corpo, per la pace nel cuore.
Gesù, dì soltanto una parola e la mia anima guarirà!
Gesù, a volte mi sento non accolto: gli altri non mi capiscono, non mi amano, non mi stimano, non mi ringraziano, non si rallegrano di me. Non riconoscono il mio valore, il mio lavoro. Dì, o Gesù, una parola e la mia anima guarirà! Dimmi la parola: “Ti amo!”.
O Gesù, tu mi dici queste parole: “Ti amo, tu sei un essere amato!”.
Grazie o Gesù perché mi dici, mi trasmetti le parole del Padre: “Ti amo, tu sei il mio amato figlio, la mia amata figlia!”. Grazie, o Gesù, perché mi riveli che io sono un essere amato da Dio! O come gioisco per questo: io sono un essere amato da Dio, Dio mi ama!
Continua a gioire per questo: tu sei un essere amato da Dio! Ripeti queste parole dentro di te, rallegrati di questo!
O Gesù, a volte in me si manifesta la paura: paura di fronte al futuro – cosa avverrà? Come avverrà? -, paura di incidenti, paura che accada qualcosa a me, ai miei figli, ai miei … . Paura di tutto: delle malattie … . Dì, o Gesù, una parola affinché la mia anima guarisca!
Tu dici, o Gesù: “Non temere! Non temere! Perché avete paura, uomini di poca fede? Non preoccupatevi angosciosamente: guardate gli uccelli, guardate i gigli”.
O Gesù, che queste parole guariscano la mia anima!
Ripeto queste parole dentro di me: “Non temere!”.
Grazie, Gesù, perché le tue parole mi guariscano!
O Gesù, so come bisogna comportarsi quando ci sono ferite nel corpo: allora rifletto, faccio di tutto per fasciarle, per curarle affinché guariscano. A volte, però, non so come comportarmi nei confronti delle ferite dell’anima: non sono neppure cosciente di esse e le porto in me, porto in me dei pesi. Non perdono e questo causa una profonda mancanza di pace in me, nella mia famiglia. Istruiscimi, o Gesù su come curare le ferite interiori! Dì una parola, o Gesù, affinché la mia anima guarisca!
Tu, o Gesù, mi dici: “Perdona! Settanta volte sette, sempre! Il perdono è la medicina dell’interiorità, la liberazione dell’interiorità dalla schiavitù!”. Quando in me c’è odio io sono schiavo.
Tua Madre, o Gesù, ci insegna a seguire il tuo esempio e tu dici: “Amate i nemici!”. Tua Madre dice: “Pregate per avere amore verso coloro che vi hanno offeso”.
O Gesù, donami l’amore verso la persona che mi ha offeso, che mi ha detto qualche parola che mi ha offeso, che mi ha fatto qualche ingiustizia: o Gesù, donami amore verso quella persona! Donami l’amore, o Gesù!
Ora dico a quella persona: “Ti amo! Ora desidero guardarti non con i miei occhi, ma desidero vederti così come ti vede Gesù”. Dì a quella persona: “Ti amo, ti voglio bene: anche tu sei un essere di Dio, Gesù non ha respinto neanche te e neppure io ti rifiuto. Rifiuto l’ingiustizia, rifiuto il peccato, ma non te!”.
Continua a pregare per avere amore verso la persona che ti ha offeso.
A volte sono schiavo nell’interiorità, non ho pace, l’odio mi rende schiavo! In me regnano la gelosia, l’invidia, i pensieri negativi, i sentimenti negativi verso gli altri. Per questo vedo solo il negativo, ciò che è nero nell’altro: perché sono cieco! Per questo le mie parole e reazioni verso quella persona sono negative.
A volte sono schiavo delle cose materiali, in me c’è avidità. Non sono soddisfatto: penso di possedere poco, poco per me … e come potrei avere qualcosa per gli altri, se manca per me? Mi paragono agli altri, vedo solo ciò che io non ho.
O Gesù, dì una parola, guarisci la mia interiorità! Guarisci il mio cuore! Dì una parola che mi ricordi la caducità delle cose materiali. Apri i miei occhi perché veda ciò che ho, che ho qualcosa per tutti.
Ringrazia Gesù per tutto ciò che hai e vedrai che possiedi e che puoi dare agli altri!
O Gesù, esiste anche la malattia fisica. Ora ti dono le mie malattie fisiche. Se non ne ho di mie, penso ora agli altri che sono malati nel corpo.
O Gesù, se è tua volontà, guariscici! Guarisci, o Gesù, i nostri dolori corporali! Rialza, Signore, i malati nel corpo!
Dio Onnipotente benedica tutti voi, vi dia la salute dell’anima e del corpo, vi riempia della sua pace e del suo amore: nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
Medjugorje
*
GUARIGIONE FISICA
GESÙ, per amor nostro, hai preso su di Te i nostri peccati e le nostre infermità e sei morto in Croce per salvarci e guarirci, per darci la vita.
Gesù, crocifisso, sei sorgente di ogni grazia e benedizione. Ora alziamo a Te il nostro sguardo e la nostra preghiera per la guarigione nostra e di tutti i nostri infermi. Gesù, abbi pietà di noi.
Gesù, hai sofferto sul Capo per la corona di spine e sulla faccia per gli schiaffi e gli sputi.
Per questi tuoi dolori guariscici dal mal di capo, emicra­nie, artrosi cervicale, ulcere e da ogni malattia della pelle. Gesù, abbi pietà di noi.
Gesù, hai sofferto agli occhi bagnati di sangue e li hai chiusi morendo per noi.
Per questi tuoi dolori guariscici dalle malattie agli occhi. Dà la vista ai ciechi. Gesù, abbi pietà di noi.
Gesù, con la voce morente hai pregato il Padre di perdo­nare i tuoi uccisori e con l'udito quasi spento hai accolto la preghiera del buon ladrone. Per questo tuo amore tra sofferen­ze, guariscici dalle malattie alle orecchie, al naso, alla gola. Dà la parola ai muti e l'udito ai sordi. Gesù, abbi pietà di noi.
Gesù, ti hanno inchiodato mani e piedi alla Croce.
Per questo crudele dolore guariscici da paralisi, artrosi, reumatismi, dalle malattie alle articolazioni e alle ossa. Fa' camminare gli zoppi. Risana gli handicappati.
Gesù, abbi pietà di noi.
Gesù, nelle tre ore di agonia hai sofferto la sete, il soffo­camento e poi sei spirato emettendo un alto grido, come pazzo d'amore per noi.
Per questi tuoi estremi dolori guariscici dalle malattie ai bronchi, ai polmoni, ai reni, alla mente e da ogni tumore e malattia strana. Solleva gli agonizzanti.
Gesù, abbi pietà di noi.
Gesù, ti hanno perforato con una lancia il costato, mentre il tuo corpo già morto era coperto di Piaghe e di Sangue. Per il tuo Cuore trafitto e per il tuo Sangue versato fino all'ultima goccia, guariscici dalle malattie al cuore, al seno, allo stomaco, all'intestino, alla circolazione del sangue e da emorragie. Chiudi ogni nostra ferita. Gesù, abbi pietà di noi.
GESÙ, ti preghiamo per i malati qui presenti o pre­senti nelle nostre intenzioni: familiari, parenti, amici, cono­scenti. Chiediamo la guarigione per il loro bene e per le neces­sità della loro famiglia.
In questo momento ti raccomandiamo in particolare... (dire mentalmente i nomi, o a voce bassa, o a voce alta perché l'attesa di uno sia la preghiera di tutti).
Te li raccomandiamo per l'intercessione della Vergine Maria che era accanto a Te sotto la Croce.
Desideriamo la guarigione perché cresca la nostra fede, si estenda sempre più il tuo Regno attraverso segni e prodigi. Gesù, se è volontà del Padre che le malattie rimangano, in questo momento le accettiamo. Sul tuo esempio vogliamo accettare la nostra croce con amore.
Ma ti chiediamo la forza di sopportare ogni dolore e di unirlo al tuo grande dolore per il bene nostro, delle nostre fa­miglie, della Chiesa, del mondo.
Grazie, Gesù, per quello che farai per noi e per i nostri infermi, perché siamo convinti che qualsiasi cosa farai sarà sempre una grande benedizione per tutti noi.
*
PREGHIERE DI LIBERAZIONE
INVOCAZIONE AL PADRE
Padre, liberaci dal male, cioè dal maligno, la persona e la potenza che è tutto male.
Il maligno è stato sconfitto dal tuo Figlio Gesù, crocifisso e risorto, e dalla sua Madre, la Vergine Maria, la Nuova Eva, l'Immacolata.
Ora si avventa contro la sua Chiesa e contro tutta l'uma­nità, perché non giunga alla salvezza. Anche noi siamo sotto la sua pressione, siamo in tempo di lotta.
Liberaci da ogni sua presenza e influenza. Fa' che non cadiamo sotto la sua schiavitù. Padre, liberaci dal male.
Padre, liberaci da tutti i mali che ci fa il maligno. Liberaci dal vero grande male delle nostre anime, il pec­cato, al quale ci tenta in tutti i modi.
Liberaci dalle malattie del corpo e della psiche, che egli causa o sfrutta per farci dubitare del tuo amore e farci perde­re la fede. Liberaci dai malefici che ci fanno i maghi, i fattucchieri, i seguaci di satana.
Padre, liberaci dal male.
Padre, libera le nostre famiglie dai mali che provengono dal maligno: divisioni tra sposi, tra genitori e figli, tra fratelli, danni sul lavoro e la professione, corruzione morale e per­dita della fede. Libera le nostre case da ogni insidia, da ogni infestazione, da ogni presenza del diavolo, a volte sensibile con rumori e disturbi.
Padre, liberaci dal male.
INVOCAZIONE AL SANGUE DI GESÙ
Gesù, la vigilia della tua Passione, nell'orto degli Ulivi, per la tua angoscia mortale, hai sudato Sangue da tutto il Corpo. Hai versato Sangue dal tuo Corpo flagellato, dal tuo Capo coronato di spine, dalle mani e dai piedi inchiodati alla Croce. Appena spirato, dal tuo Cuore trafitto dalla lancia, sono uscite le ultime gocce del tuo Sangue. Hai dato tutto il tuo Sangue, o Agnello di Dio, immolato per noi.
Sangue di Gesù, risanaci.
Gesù, il tuo Sangue Divino è il prezzo della nostra sal­vezza, è la prova del tuo amore infinito per noi, è il segno della nuova ed eterna alleanza tra Dio e l'uomo.
Il tuo Sangue Divino è la forza degli apostoli, dei martiri, dei santi. E' il sostegno dei deboli, il sollievo dei sofferenti, il conforto degli afflitti. Purifica le anime, dà pace ai cuori, guarisce i corpi. Il tuo Sangue Divino, offerto ogni giorno nel calice della S. Messa, è per il mondo sorgente di ogni grazia e per chi lo riceve nella S. Comunione, è trasfusione di vita divina.
Sangue di Gesù, risanaci.
Gesù, gli ebrei in Egitto segnarono con il sangue dell'a­gnello pasquale le porte delle case e furono salvati dalla morte. Anche noi vogliamo segnare con il tuo Sangue i nostri cuori, perché il nemico non possa recarci danno.
Vogliamo segnare le nostre case, perché il nemico possa stare lontano da esse, protette dal tuo Sangue.
Il tuo Sangue Preziosissimo liberi, risani, salvi i nostri corpi, i nostri cuori, le nostre anime, le nostre famiglie, il mondo intero.
Sangue di Gesù, risanaci.
INVOCAZIONE AL NOME DI GESÙ
Gesù, siamo riuniti per pregare per i malati e gli afflitti dal maligno. Lo facciamo nel Tuo Nome.
Il Tuo Nome vuol dire "Dio-salva". Tu sei il Figlio di Dio fatto uomo per salvarci.
Noi siamo salvati da Te, uniti alla tua persona, inseriti nella tua Chiesa. Crediamo in Te, poniamo in Te ogni nostra speranza, ti amiamo con tutto il cuore.
Tutta la nostra fiducia è nel Tuo Nome.
Nome di Gesù, difendici.
Gesù, per la tua Passione e le tue Piaghe, per la tua Morte in Croce e la tua Risurrezione, liberaci dalle malattie, dalle sofferenze, dalle tristezze.
Per i tuoi meriti infiniti, per il tuo amore immenso, per la tua potenza divina, liberaci da ogni danno, influenza, insidia di satana.
Per la gloria del Padre tuo, per l'avvento del tuo Regno, per la gioia dei tuoi fedeli, compi guarigioni e prodigi.
Nome di Gesù, difendici.
Gesù, perché il mondo sappia che non c'è sulla terra altro nome nel quale possiamo sperare la salvezza, liberaci da ogni male e donaci ogni vero bene.
Solo il Tuo Nome è la salute del corpo, la pace del cuore, la salvezza dell'anima, la benedizione e l'amore nella famiglia. Che il Tuo Nome sia benedetto, lodato, ringraziato, glori­ficato, invocato su tutta la terra.
Nome di Gesù, difendici.
INVOCAZIONE ALLO SPIRITO SANTO
Spirito Santo, nel giorno del Battesimo sei venuto in noi e hai cacciato lo spirito maligno: difendici sempre dai suoi continui tentativi di rientrare in noi.
Hai infuso in noi la vita nuova della grazia: difendici dai suoi tentativi di riportarci alla morte del peccato.
Sei sempre presente in noi: liberaci dalle paure e dalle an­gosce, togli debolezze e abbattimenti, risana le ferite inferte in noi da satana. Rinnovaci: rendici sani e santi.
Spirito di Gesù, rinnovaci.
O Spirito Santo, Vento Divino, caccia via da noi tutte le forze del male, annientale, distruggile perché possiamo stare bene e operare il bene.
O Fuoco Divino, brucia i malefici, le stregonerie, le fat­ture, le legature, le maledizioni, il malocchio, l'infestazione diabolica, l'ossessione diabolica e ogni strana malattia che ci può essere in noi.
O Potenza Divina, comanda a tutti gli spiriti cattivi e a tutte le presenze che ci molestano di lasciarci per sempre, così che possiamo vivere nella salute e nella pace, nell'amo­re e nella gioia.
Spirito di Gesù, rinnovaci.
O Spirito Santo, scendi su di noi, tanto spesso malati e afflitti, agitati e sconvolti: donaci salute e conforto, serenità e calma. Scendi sulle nostre famiglie: togli via incomprensioni, im­pazienze, discordie e porta comprensione, pazienza, armonia. Scendi sulla nostra Chiesa perché compia con fedeltà e coraggio la missione che Gesù le ha affidata: annunciare il Vangelo, guarire le malattie, liberare dal demonio.
Scendi sul nostro mondo che vive nell'errore, nel pecca­to, nell'odio e aprilo alla verità, alla santità, all'amore.
Spirito di Gesù, rinnovaci.
INVOCAZIONE ALLA VERGINE MARIA
Augusta Regina del cielo e Signora degli Angeli, che ri­cevesti da Dio il potere e la missione di schiacciare la testa a satana, noi ti preghiamo umilmente di inviare le legioni cele­sti, affinché sotto i tuoi ordini inseguano i demoni, li com­battano dappertutto, reprimano la loro audacia e li respinga­no nell'abisso. Chi è come Dio?
O buona e tenera Madre, tu sarai sempre il nostro amore e la nostra speranza.
O divina Madre, manda i Santi Angeli per difenderci e per respingere lontano da noi il crudele nemico.
Madre di Gesù, proteggici.
INVOCAZIONI A S. MICHELE ARCANGELO, AGLI ANGELI E AI SANTI
San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia. Sii tu no­stro sostegno contro la perfidia e le insidie del diavolo. Che Dio eserciti il suo dominio su di lui, Te ne preghiamo supplichevoli. E tu, o Principe della milizia celeste, con la potenza divina, ri­caccia nell'inferno satana e gli altri spiriti maligni, i quali erra­no nel mondo per perdere le anime. Amen.
Santi Angeli e Arcangeli, difendeteci, custoditeci. Diciamo al nostro Angelo Custode:
Angelo di Dio, che sei il mio custode, illumina, custodisci, reggi e governa me, che ti fui affidato dalla pietà celeste. Così sia.
Raccomandiamoci a tutti i santi e beati che hanno lottato e furono vittoriosi sul maligno:
Santi e Beati di Dio, pregate per noi.
*
DEVOZIONE ALLE SANTE PIAGHE DI NOSTRO SIGNORE GESU’ CRISTO
Nostro Signore affidò la missione di divulgare la Devozione alle sue Sante Piaghe a Suor Maria Marta Chambon. Al fine di renderla ardente apostola le confidò diverse volte i segreti di questa Devozione .
Le disse: "ti ho scelta per diffondere la devo­zione alle mie sante piaghe nei difficili tempi in cui vi­viamo”.
La vostra ricchezza?... E' la mia santa Passione! E' necessario venire con fede e confidenza, attingere co­stantemente dal tesoro della mia Passione e dai fori delle mie Piaghe! Questo tesoro vi appartiene! Tutto sta lì, tutto, eccetto l'inferno!
Una delle mie creature mi ha tradito e ha venduto il mio Sangue, però potete tanto facilmente riscattarlo goccia a goccia... una sola goccia basta per purificare la terra e voi non lo pensate, non conoscete il suo prezzo!
Hanno fatto bene i carnefici a trapassare il mio co­stato, le mie mani e i miei piedi, così hanno aperto fonti donde sgorgano eternamente le acque della misericor­dia. Solo il peccato è stato la causa che tu devi detesta­re.
Mio Padre si compiace nell'offerta delle mie sacre Piaghe e dei dolori della mia divina Madre: offrirli si­gnifica offrire la sua gloria, offrire il cielo al cielo.
Con questo tu hai di che pagare per tutti i debitori! Offrendo a mio Padre il merito delle mie sante Piaghe, tu soddisfi per tutti i peccati degli uomini".
Gesù la esorta, e con lei anche noi, ad accedere a questo tesoro. “Devi affidare tutto alle mie sante Pia­ghe e lavorare, per i loro meriti, alla salvezza delle anime”.
Chiede che lo facciamo con umiltà.
"Quando mi inflissero le mie sante Piaghe gli uo­mini credevano che sarebbero scomparse.
Invece no: saranno eterne ed eternamente saranno viste da tutte le creature. Te lo dico perché non le guar­di per abitudine, ma le veneri con grande umiltà.
La messe è grande, abbondante: è necessario umi­liarvi, immergervi nel vostro nulla per far raccolta di anime, senza guardare a quello che già avete fatto. Non devi temere di mostrare le mie Piaghe alle anime... il cammino delle mie Piaghe è tanto semplice e tanto fa­cile per andare in cielo! ".
Non ci chiede di farlo con il cuore dei Serafini. Indi­cando un gruppo di spiriti angelici, intorno all'altare durante la santa Messa, Egli disse a suor Maria Marta: "Essi contemplano la bellezza, la santità di Dio... am­mirano, adorano... non potete imitarli.
In quanto a voi è necessario soprattutto contemplare le sofferenze di Gesù per conformarvi a Lui, avvicinarvi alle mie Pia­ghe con cuori molto caldi, molto ardenti ed elevare con grande fervore le aspirazioni per ottenere le grazie del ritorno che sollecitate".
Ci chiede di farlo con fede ardente: "Esse (le Pia­ghe) restano del tutto fresche ed è necessario offrirle come per la prima volta. Nella contemplazione delle mie Piaghe si trova tutto, per sè e per gli altri. Te le faccio vedere perché tu entri in esse".
Ci chiede di farlo con confidenza: "Non dovete in­quietarvi per le cose della terra: vedrai, figlia mia, nel­l'eternità ciò che avrai guadagnato con le mie Piaghe.
Le Piaghe dei miei sacri piedi sono un oceano. Con­duci qui tutte le mie creature: quelle aperture sono ab­bastanza grandi per accoglierle tutte".
Ci chiede che lo facciamo in spirito di apostolato e senza mai stancarci: "E' necessario pregare molto per­ché le mie sante Piaghe si diffondano nel mondo" (In quel momento, davanti agli occhi della veggente sali­rono dalle Piaghe di Gesù cinque raggi luminosi, cin­que raggi di gloria che circondarono il globo).
"Le mie sante Piaghe sostengono il mondo. Biso­gna chiedermi la fermezza nell'amore delle mie Pia­ghe, perché sono la sorgente di tutte le grazie.
Devi invocarle spesso, portare il prossimo ad esse, parlarne e tornarvi con frequenza per imprimere la loro devo­zione nelle anime. Molto tempo sarà necessario per sta­bilire questa devozione: lavorate perciò con coraggio.
Tutte le parole dette a motivo delle mie sante Pia­ghe mi procurano un piacere indicibile... io le conto tutte.
Bisogna, figlia mia, che tu costringa ad entrare nel­le mie Piaghe anche quelli che non ci vogliono veni­re”.
Un giorno che suor Maria Marta aveva una sete ar­dente, il suo buon Maestro le disse: "Figlia mia, vieni a me e io ti darò un'acqua che placherà la tua sete. Nel Crocifisso tu hai tutto, hai con che appagare la tua sete e quella tutte le anime.
Tutto voi tenete nelle mie Pia­ghe, fate opere concrete non per il godimento, ma per la sofferenza.
Sii un'operaia che lavora nel campo del Signore: con le mie Piaghe guadagnerai molto e senza fatica".
PROMESSE DI NOSTRO SIGNORE
TRASMESSE A SR. MARIA MARTA CHAMBON
1- “Io accorderò tutto ciò che Mi si domanda con l’invocazione delle Mie sante Piaghe. Bisogna spargerne la devozione.”.
2- “In verità questa preghiera non è della terra, ma del cielo… e può ottenere tutto”.
3- “Le mie sante Piaghe sostengono il mondo… chiedimi di amarle costantemente, perché Esse sono sorgente di ogni grazia. Bisogna invocarle spesso, attirarvi il prossimo ed imprimerne la devozione nelle anime”.
4- “Quando avete delle pene da soffrire portatele prontamente nelle Mie Piaghe, e saranno addolcite”.
5- “Bisogna ripetere spesso vicino agli ammalati: ‘Gesù mio, perdono, ecc.’ Questa preghiera solleverà l’anima e il corpo”.
6- “E il peccatore che dirà: ‘Eterno Padre, Vi offro le Piaghe, ecc…’ otterrà la conversione”. “Le Mie Piaghe ripareranno le vostre”.
7- “Non vi sarà morte per l’anima che spirerà nelle Mie Piaghe. Esse danno la vera vita”.
8- “A ogni parola che pronunciate della Corona della misericordia, Io lascio cadere una goccia del Mio Sangue sull’anima di un peccatore”.
9- “L’anima che avrà onorato le Mie sante Piaghe e le avrà offerte all’Eterno Padre per le anime del Purgatorio, sarà accompagnata in morte dalla santissima Vergine e dagli Angeli; e Io, risplendente di gloria, la riceverò per incoronarla”.
10- “Le sante Piaghe sono il Tesoro dei tesori per le anime del Purgatorio”.
11- “La devozione alle Mie Piaghe è il rimedio per questo tempo di iniquità”.
12- “Dalle Mie Piaghe escono i frutti di Santità. Meditandole vi troverete sempre nuovo alimento di amore”.
13- “Figlia mia, se immergi le tue azioni nelle Mie sante Piaghe acquisteranno valore, le vostre minime azioni ricoperte del Mio Sangue appagheranno il Mio Cuore”.
CORONA DELLE SANTE PIAGHE
di nostro Signore Gesù Cristo
(o della Misericordia)
(Servirsi di una comune corona del Santo Rosario)
Nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen
O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
GLORIA AL PADRE
CREDO
1- O Gesù, divin Redentore, abbi misericordia di noi e del mondo intero. Amen.
2- Dio santo, Dio forte, Dio immortale, abbi pietà di noi e del mondo intero. Amen.
3- O Gesù, per mezzo del Tuo Sangue preziosissimo, donaci grazia e misericordia nei pericoli presenti. Amen.
4 -O Padre Eterno, per il Sangue di Gesù Cristo, Tuo unico Figlio, ti scongiuriamo di usarci misericordia. Amen. Amen. Amen.
Sui grani del Padre nostro si prega:
Eterno Padre, Ti offro le Piaghe di nostro Signore Gesù Cristo. Per guarire quelle delle anime nostre.
Sui grani dell’Ave Maria si prega:
Gesù mio, perdono e misericordia. Per i meriti delle Tue sante Piaghe.
Terminata la recita della Corona si ripete tre volte: “Eterno Padre, Ti offro le Piaghe di Nostro Signore Gesù Cristo. Per guarire quelle delle anime nostre”.
Powered by Cybersantina
*
CORONCINA A GESU’ MISERICORDIOSO PER I MALATI
(nell’anima e nel corpo)
(Si usa una normale Corona del Rosario)
Si comincia con Atto di dolore, Padre Nostro, Ave Maria, Gloria al Padre e Credo.
Poi si prosegue così:
1. Sostieni, o Gesù, la Tua Chiesa, in mezzo ad un mondo ostile o indifferente. Si comprenda da tutti che essa svolge i compiti che tu le hai assegnato, per la salvezza degli uomini e per il vero progresso della società.
Gesù confido in Te (10 volte), Gloria al Padre e questa preghiera:
PREGHIERA
Gesù confido in Te: nella Tua Volontà divina.
Poggia su di me le tue mani sante e venerabili; toccami, sarò risanato e guarito.
Irradiami e avvolgimi con lo splendore della luce dei tuoi raggi divini che escono dal tuo Cuore pieno d'amore. Illumina lo spirito, la mia anima e il corpo.
Abbaglia tutti gli spiriti del male. Accecali, annientali, atterrali, bruciali.
Invoco l'intercessione di Maria Santissima Immacolata, che scioglie tutti i nodi dei mali, di San Giuseppe, suo castissimo sposo, dei Santi Apostoli, dei santi e dei martiri di tutti i tempi.
Venga in nostro soccorso la Santissima Trinità che con l'opera di san Michele Arcangelo, di tutti gli Arcangeli e Angeli, scaraventi satana e tutti i demoni nell'abisso dell'inferno.
Nel tuo amore misericordioso, o mio buon Gesù, abbracciami. Mi sentirò sicuro nel tuo abbraccio divino.
Io non ci penso più. Pensaci Tu! E coprimi con la pioggia della tua benedizione.
2. Ti affidiamo, o Signore, tutti i consacrati. Siano fedeli agli impegni che si sono assunti nella Chiesa. Diano esempio di umiltà, di intensa preghiera, di distacco da tante cose vane e superflue.
Gesù confido in Te (10 volte), Gloria al Padre e Preghiera.
3. O Signore Gesù che sei sempre stato attento e premuroso con i malati e i sofferenti, ti preghiamo per tutti coloro che sono nel dolore. Sappiano guardare alla croce per attingere forza e consolazione.
Gesù confido in Te (10 volte), Gloria al Padre e Preghiera.
4. O Gesù, nostro Salvatore, satana, nemico di buoni e del bene, in tanti modi ci tormenta e ci inganna, ti preghiamo di essere illuminati, per vincere le sue insidie e le sue tentazioni.
Gesù confido in Te (10 volte), Gloria al Padre e Preghiera.
5. O Gesù buono, ti preghiamo per noi qui presenti. Tu vedi le nostre angustie e le nostre necessità. Intervieni con la tua onnipotenza in nostro soccorso, affinchè ancora una volta abbiamo da magnificare i premurosi interventi del tuo Cuore mite e misericordioso.
Gesù confido in Te (10 volte), Gloria al Padre e Preghiera.
Alla fine: ci benedica Dio Onnipotente: Padre, Figlio e Spirito Santo+
*
LIBERAZIONE DA TENDENZE CATTIVE CHE PROVENGONO DAI NOSTRI ANTENATI
Gesù, liberaci da tutte le tendenze, abitudini cattive presenti nel nostro albero genealogico: le tendenze al gioco, allo sperperare, al bere, alla droga, alla grettezza, al furto. Dacci autorità a porre fine ad ogni incorreggibile cattiva abitudine.
Liberaci, o Signore.
Liberaci da tutte le devianze sessuali presenti nel nostro albero genealogico: violenza sessuale, incesti, omosessualità, pedofilia, prostituzione.
Dacci forza per infrangere queste catene di vincoli maligni.
Liberaci, o Signore.
Liberaci da tutti gli idoli che hanno adorato le nostre generazioni precedenti: il denaro, il potere, il piacere, la casa, i terreni, i gioielli, i titoli. Taglia i vincoli che ci legano a que­sti casi di idolatria. Noi scegliamo di servire solo Te, vero Dio, e di vivere secondo la tua parola.
Liberaci, o Signore.
Liberaci da tutta la corruzione e la violenza dei nostri antenati che sono stati truffatori, sfruttatori, torturatori, ricattatori, criminali.
Rompi in noi i legami di vendetta, di comportamento violento, di ira e di malignità.
Liberaci, o Signore.
Liberaci da tutto il male compiuto dai nostri antenati spinti dall'odio: odio verso gli altri, verso se stessi, verso Dio, odio razziale, fanatismo religioso.
Poni fine in noi a tutte le radici dell'odio. Rendi ora il no­stro albero genealogico pieno di uomini e donne ricolmi di amore, datori di vita e salute, di amore e bontà.
Liberaci, o Signore.
GESÙ, abbiamo pregato per l'albero genealogico affin­ché noi, i vivi, siamo separati dalle influenze negative dei nostri antenati e loro, i defunti, abbiano il perdono e le grazie necessarie per entrare nella felicità della vita eterna.
Tu hai ascoltato la nostra preghiera. Ci guarirai tutti, vivi e defunti. Ci renderai sani e santi.
Grazie, della tua presenza in mezzo a noi.
Grazie, per la tua misericordia verso di noi e i nostri antenati.
Ora non pensiamo più alla nostra cattiveria e ai peccati dei nostri antenati, ma pensiamo al tuo amore e alla tua bontà.
Tu ci ami e ci liberi da ogni negatività e da ogni sofferenza. Ci dai ogni aiuto perché vuoi che tutti noi, vivi e defunti, siamo sempre con Te nella luce, nella pace, nella gioia eterna.
*                                                                                 
Preghiera Contro Ogni Male
Spirito del Signore, Spirito di Dio, Padre, Figlio e Spirito Santo,
SS.Trinità, Vergine Immacolata, angeli, arcangeli e santi del paradiso,
scendete su di me: Fondimi, Signore, plasmami, riempimi di te, usami.
Caccia via da me le forze del male, annientale, distruggile, perchè io possa
stare bene e operare il bene. Caccia via da me i malefici, le stregonerie,
la magia nera, le messe nere, le fatture, le legature, le maledizioni, il malocchio;
l'infestazione diabolica, la possessione diabolica, l'ossessione diabolica;
tutto ciò che è male, peccato, invidia, gelosia, perfidia; la malattia fisica,
psichica, spirituale, diabolica. Brucia tutti questi mali nell'inferno, perchè
non abbiano mai più a toccare me e nessun'altra creatura al mondo.
Ordino e comando: con la forza di Dio onnipotente,
nel nome di Gesù Cristo Salvatore, per intercessione della Vergine Immacolata:
A tutti gli spiriti immondi, a tutte le presenze che mi molestano, di lasciarmi
immediatamente, di lasciarmi definitivamente, e di andare nell'inferno eterno,
incatenati da S.Michele arcangelo, da S.Gabriele, da S.Raffaele, dai nostri
angeli custodi, schiacciati sotto il calcagno della Vergine Santissima.
Amen.
*
PREGHIERA di protezione familiare
Signore Gesù, nel tuo Nome, per il tuo Sangue preziosissimo e per i meriti delle tue sante e gloriose Piaghe, io ti chiedo di rinnovare il mio amore per (nome del coniuge) e il suo amore per me; ti chiedo le grazie di cui ognuno di noi ha bisogno per donare felicità all'altro e sentirsi felice per l'amore dell'altro. Donaci di condurre a Te i nostri figli...(nomi)
Te lo chiedo, Signore Gesù, in virtù del mio Matrimonio e della Comunione con il tuo Corpo, Sangue, Anima e Divinità, confidando nella intercessione della Vergine Maria, Madre tua e Madre mia, di San Giuseppe, capo e protettore della Santa Famiglia, degli Angeli custodi della nostra famiglia, degli Arcangeli San Michele, San Gabriele e San Raffaele, dei nostri Santi Protettori.
Nel tuo Nome, Signore Gesù, per il tuo Sangue, per le tue sante e gloriose Piaghe, in forza del mio Battesimo e del mio Matrimonio, io lego ai piedi della Croce Divina, ogni potere del maligno e ogni spirito maligno, che si aggira nella mia casa, nella mia famiglia e attorno a ciascun componente della mia famiglia e a me stesso per insidiarci e rovinarci.
Sia gloria al Padre, a Gesù suo Figlio e nostro Signore, allo Spirito Santo Amore, nei secoli dei secoli.
Amen, Alleluia!
*
CORONA DEI MISTERI DEL SACRO CUORE DI GESU’
Questa triplice corona è un atto d'amore al Cuore di Gesù. Ci aiuta a contemplarlo nei misteri dell'incarnazione, della redenzione e dell'eucaristia. Essi esprimono, prima di tutto, il fuoco dell'amore di Dio per noi, il fuoco nuovo che il Cuore di Gesù è venuto a comunicarci.
Dice Gesù: "Sono venuto a portare il fuoco sulla terra; e come vorrei che fosse già acceso!"(Lc 12,49).
Come recitarla (da soli o in gruppo)

Lode iniziale: "L'Agnello che fu immolato è degno di ricevere potenza e ricchezza, sapienza e forza, onore, gloria e benedizione" (Ap 5,12). Ti benediciamo, Cuore di Gesù, ti glorifichiamo uniti alla lode perenne del cielo, ti rendiamo grazie con tutti gli angeli e i santi, ti amiamo insieme a Maria santissima e a S. Giuseppe, suo sposo. Ti offriamo il nostro cuore. Degnati di accoglierlo, riempirlo del tuo amore e renderlo con te offerta gradita al Padre. Infiammaci col tuo Spirito perché possiamo lodare degnamente il tuo nome e annunciare la tua salvezza alla genti. In un prodigio d'amore ci hai redenti col tuo sangue prezioso. Cuore di Gesù, ci affidiamo alla tua perenne misericordia. In Te la nostra speranza: non saremo confusi in eterno.
Ora si proclamano i misteri, come da formulazione data, scegliendo secondo i giorni un singolo mistero o la corona dei misteri più idonea.
Dopo ogni mistero è bene fare un po’ di riflessione e silenzio.
Al termine: Signore Gesù, accogli l'offerta di noi stessi e presentaci al Padre in unione alla tua oblazione d'amore, in riparazione dei nostri peccati e di quelli di tutto il mondo. Donaci di avere in noi i sentimenti del tuo Cuore, di imitarne le virtù e di riceverne le grazie. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.
I MISTERI DELL'INCARNAZIONE
Primo mistero: il Cuore di Gesù nell'incarnazione.
“Entrando nel mondo, Cristo dice: "Tu non hai voluto, o Padre, né sacrificio né offerta, un corpo invece mi hai preparato. Non hai gradito né olocausti né sacrifici per il peccato. Allora ho detto: Ecco, io vengo poiché di me sta scritto nel rotolo del libro - per fare, o Dio, la tua volontà"... Ed è appunto per quella volontà che noi siamo stati santificati, per mezzo dell'offerta del corpo di Cristo, fatta una volta per sempre” (Eb 10, 5-7.10)
Pronunciando l’Ecce venio, il Cuore di Gesù ha offerto noi pure e continua a offrirci.
Cuore di Gesù, Figlio dell'eterno Padre, abbi pietà di noi.
Preghiamo - Signore Gesù, concedici di vivere nello spirito dell'Ecce venio che ha caratterizzato tutta la tua vita. Ti offriamo la preghiera e il lavoro, l'impegno apostolico, le sofferenze e le gioie, in spirito di amore e riparazione, perché venga il tuo regno nelle anime e nella società. Amen.
Secondo mistero: il Cuore di Gesù nella nascita e infanzia.
“Ecco vi annunzio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore, che è il Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, che giace in una mangiatoia” (Lc 2,10-12).
Avvicinatevi in pace e confidenza. Il Cuore di Dio è aperto per noi nel Cuore di Gesù. La comunione al mistero di Betlemme è unione di confidenza e d'amore.
Cuore di Gesù, compiacenza del Padre, abbi pietà di noi.
Preghiamo - Padre santo e misericordioso, che ti compiaci degli umili e compi in loro per mezzo del tuo Spirito le meraviglie della salvezza, guarda all'innocenza e alla piccolezza del tuo Figlio fatto uomo, e donaci un cuore semplice e mite, che come il suo sappia acconsentire senza esitazione a ogni cenno della tua volontà. Per Cristo nostro Signore. Amen.
Terzo mistero: il Cuore di Gesù nella vita nascosta a Nàzareth
“Ed egli rispose: "Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?". Ma essi non compresero le sue parole. Partì dunque con loro e tornò a Nàzaret e stava loro sottomesso. Sua madre serbava tutte queste cose nel suo cuore. E Gesù cresceva in sapienza, età e grazia davanti a Dio e agli uomini” (Lc 2,49-52).
La vita nascosta in Dio è principio dell'unione più intima e perfetta. Per eccellenza l'offerta del cuore, l'oblazione.
Cuore di Gesù, tempio santo di Dio, abbi pietà di noi.
Preghiamo: Signore Gesù, per compiere in Te ogni giustizia, ti sei fatto obbediente a Maria e a Giuseppe. Per loro intercessione, fa' della nostra obbedienza un atto di oblazione che configuri la nostra vita alla tua, per la redenzione del mondo e la gioia del Padre. Amen
Quarto mistero: il Cuore di Gesù nella vita pubblica.
“Gesù andava attorno per tutte le città e i villaggi, insegnando nelle loro sinagoghe, predicando il vangelo del regno e curando ogni malattia e infermità. Vedendo le folle ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite, come pecore senza pastore. Allora disse al suoi discepoli: "La messe è molta ma gli operai sono pochi! Pregate dunque il Padrone della messe che mandi operai nella sua messe! Rivolgetevi alle pecore perdute della casa di Israele. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date" (Mt 9, 35-38; 10, 6.8).
La vita pubblica è l'espansione all'esterno della vita intima del Cuore di Gesù. Gesù è stato il primo missionario del suo Cuore. Il Vangelo è, come l'eucaristia, il sacramento del Cuore di Gesù.
Cuore dl Gesù, re e centro di tutti i cuori, abbi pietà di noi.
Preghiamo: - Padre, che nella tua provvidenza hai chiamato l'uomo e la donna a cooperare all'opera della salvezza fa' che, nello spirito delle beatitudini e in abbandono filiale alla tua volontà, viviamo fedeli al lavoro e alle responsabilità che ci affidi per essere totalmente dediti al servizio del tuo regno. Amen.
Quinto mistero: Il Cuore di Gesù amico dei peccatori e medico dei malati.
“Mentre Gesù sedeva a mensa in casa, sopraggiunsero molti pubblicani e peccatori e si misero a tavola con lui e con i discepoli. Vedendo ciò, i farisei dicevano ai suoi discepoli: "Perché il vostro maestro mangia insieme al pubblicani e al peccatori?". Gesù li udì e disse: "Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Andate dunque e imparate che cosa significhi: Misericordia io voglio e non sacrificio. Infatti non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori” (Mt 9,10-13).
Non c'è sofferenza fisica o tortura morale, non c'è tristezza, amarezza o timore a cui il Cuore compassionevole di Gesù non abbia preso parte; ha preso parte a tutte le nostre miserie eccetto il peccato, e del peccato ha condiviso la responsabilità.
Cuore di Gesù, pieno di bontà e di amore, abbi pietà di noi.
Preghiamo - Padre, che hai voluto il tuo Figlio povero, casto e obbediente per essere totalmente donato a Te e agli uomini, rendici conformi all'oblazione che ti ha offerto in ogni istante della sua vita, perché siamo profeti dell'amore e servitori della riconciliazione degli uomini e del mondo per l'avvento di una nuova umanità in Cristo Gesù, che vive e regna con te nei secoli dei secoli. Amen.
MISTERI DELLA PASSIONE
Primo mistero: Il Cuore di Gesù nell'agonia del Getsèmani
“Allora Gesù andò con loro in un podere, chiamato Getsèmani, e disse al discepoli: "Sedetevi qui, mentre io vado là a pregare". E presi con sé Pietro e i due figli di Zebedeo, cominciò a provare tristezza e angoscia. Disse loro: "La mia anima è triste fino alla morte; restate qui e vegliate con me". E avanzatosi un poco, si prostrò con la faccia a terra e pregava dicendo: "Padre mio, se è possibile, passi da me questo calice! Però non come voglio io, ma come vuoi tu!” (Mt 26, 36-39).
"Il mistero dell'agonia è in modo particolare patrimonio degli amici del Cuore di Gesù. Nell'agonia Gesù ha voluto accettare e offrire al Padre tutte le sue sofferenze per nostro amore.
Cuore di Gesù, propiziazione dei nostri peccati, abbi pietà di noi
Preghiamo - Padre, tu hai voluto che il tuo Figlio Gesù subisse l'agonia; vieni in aiuto a quanti sono nella prova. Spezza le catene che ci tengono prigionieri a causa delle nostre colpe, guidaci alla libertà che Cristo ci ha conquistata e rendici umili collaboratori del tuo disegno d'amore. Per Cristo nostro Signore. Amen.
Secondo mistero: il Cuore di Gesù schiacciato per le nostre iniquità.
“Spogliatolo, gli misero addosso un manto scarlatto e, intrecciata una corona di spine, gliela posero sul capo, con una canna nella destra; poi mentre gli si inginocchiavano davanti, lo schernivano: "Salve, re dei Giudei!". E sputandogli addosso, gli tolsero di mano la canna e lo percuotevano sul capo. Dopo averlo così schernito, lo spogliarono del mantello, gli fecero indossare i suoi vestiti e lo portarono via per crocifiggerlo" (Mt 27, 28-31).
La Passione è il capolavoro dell'amore del Cuore di Cristo. Non accontentiamoci della meditazione esterna. Se penetreremo fino al cuore, vedremo una meraviglia ancor maggiore: l'amore infinito.
Cuore di Gesù, straziato dalle nostre colpe, abbi pietà di noi.
Preghiamo: - Padre, hai consegnato il tuo Figlio alla passione e morte per la nostra salvezza. Apri i nostri occhi perché vediamo il male commesso, tocca il nostro cuore perché ci convertiamo a Te e, conosciuto il tuo mistero d'amore, spendiamo generosamente la nostra vita nel servizio del vangelo. Per Cristo nostro Signore. Amen.
Terzo mistero: il Cuore di Gesù tradito dagli amici e abbandonato dal Padre.
"In quello stesso momento Gesù disse alla folla: "Siete usciti come contro un brigante, con spade e bastoni, per catturarmi. Ogni giorno stavo seduto nel tempio ad insegnare, e non mi avete arrestato. Ma tutto questo è avvenuto perché si adempissero le Scritture dei profeti". Allora tutti i discepoli, abbandonatolo, fuggirono. Da mezzogiorno fino alle tre del pomeriggio si fece buio su tutta la terra. Verso le tre, Gesù gridò a gran voce: "Elì, Elì, lemà sabactàni?", che significa: "Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?" (Mt 26, 55-56; 27,45-46)
Innalzato sulla croce, Gesù non vedeva davanti a sé che nemici; non udiva che maledizioni e bestemmie: il popolo eletto respinge e crocifigge il Salvatore!
Cuore di Gesù, obbediente fino alla morte, abbi pietà di noi
Preghiamo: - Padre, che ci chiedi di seguire Gesù sulla strada della croce, donaci di essere battezzati nella sua morte, perché possiamo camminare con lui in una vita nuova ed essere strumenti del tuo amore per i fratelli. Per Cristo nostro Signore. Amen.
Quarto mistero: Il Cuore di Gesù trafitto dalla lancia.
“Vennero dunque i soldati e spezzarono le gambe al primo e poi all'altro che era stato crocifisso insieme con lui. Venuti però da Gesù e vedendo che era già morto, non gli spezzarono le gambe, ma uno dei soldati gli aprì il fianco con la lancia e subito ne uscì sangue e acqua. Chi ha visto ne dà testimonianza e la sua testimonianza è vera ed egli sa che dice il vero, perché anche voi crediate. Questo infatti avvenne perché si adempisse la Scrittura: Non gli sarà spezzato alcun osso. E un altro passo della Scrittura dice ancora: Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto" (Gv 19, 32-37).
Cosa sarebbe l'oblazione di Gesù, la sua vita, la sua immolazione sulla croce, la sua stessa morte, se non traessero la loro linfa dai Cuore di Gesù? Ecco il grande mistero dell'amore, la sorgente e il canale di tutte le grazie, l'immolazione realizzata.
Cuore di Gesù trafitto dalla lancia, abbi pietà di noi.
Preghiamo: - Signore Gesù Cristo, che con la tua morte obbediente ci liberi dal peccato e ci ricrei secondo Dio nella giustizia e nella santità vera, donaci la grazia di vivere la nostra vocazione riparatrice come lo stimolo del nostro apostolato, per lavorare con Te a togliere tutto ciò che ferisce la dignità dell'uomo e minaccia la verità, la pace e la fraternità della convivenza umana. Amen.
Quinto mistero: Il Cuore di Gesù nella risurrezione.
“La sera dello stesso giorno, il primo dopo il sabato, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli, venne Gesù, si fermò in mezzo a loro e disse: "Pace a voi!". Detto questo mostrò loro le mani e il costato... Tommaso, uno dei Dodici, chiamato Didimo, non era con loro quando venne Gesù. Gli dissero allora gli altri discepoli: "Abbiamo visto il Signore". Ma egli disse loro: "Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi e non metto il dito nel posto dei chiodi e non metto la mia mano nel suo costato, non crederò". Otto giorni dopo venne Gesù... e disse a Tommaso: "Metti qua il tuo dito e guarda le mie mani; stendi la tua mano, e mettila nel mio costato; e non essere più incredulo, ma credente". Rispose Tommaso: "Mio Signore e mio Dio!" (Gv 20, 19-28).
Gesù permette agli apostoli di toccare la ferita del costato per attirare l'attenzione sul suo Cuore ferito d'amore. Ora egli è nel santuario del cielo per essere sacerdote davanti al Padre e offrire se stesso in nostro favore (cf Eb 9,24-26).
Cuore di Gesù, fonte di vita e di santità, abbi pietà di noi.
Preghiamo: - Padre, che con la risurrezione hai costituito il Cristo Gesù unico mediatore di salvezza, manda su di noi il tuo santo Spirito che purifichi i nostri cuori e ci trasformi in sacrificio a te gradito; nella gioia di una vita nuova loderemo sempre il tuo nome e saremo strumenti del tuo amore per i fratelli. Per Cristo nostro Signore. Amen.
MISTERI DELL'EUCARISTIA
Primo mistero: Il Cuore di Gesù degno d'infinito amore.
“Gesù disse: "Ho desiderato ardentemente di mangiare questa Pasqua con voi, prima della mia passione". Poi, preso un pane, rese grazie, lo spezzò e lo diede loro dicendo: "Questo è il mio corpo che è dato per voi; fate questo in memoria di me". Allo stesso modo dopo aver cenato, prese il calice dicendo: "Questo calice è la nuova alleanza nel mio sangue, che viene versato per voi" (Lc 22, 15.19-20).
Durante tutta la sua vita Gesù ebbe fame e sete di questa Pasqua. L'eucaristia diventava la sorgente di tutti i doni del suo cuore.
Cuore di Gesù, fornace ardente di carità, abbi pietà di noi
Preghiamo: - Signore Gesù, che hai offerto al Padre il sacrificio della nuova alleanza, purifica i nostri cuori e rinnova la nostra vita, perché nell'eucaristia possiamo gustare la tua dolce presenza e per tuo amore sappiamo spenderci per il vangelo. Amen.
Secondo mistero: Il Cuore di Gesù presente nell'Eucarestia
“Gesù è diventato garante di un'alleanza migliore ... E poiché resta per sempre, possiede un sacerdozio che non tramonta. Perciò può salvare perfettamente quelli che per mezzo di lui si accostano a Dio, essendo egli sempre vivo per intercedere a loro favore... Infatti non abbiamo un sommo sacerdote che non sappia compatire le nostre infermità, essendo stato lui stesso provato in ogni cosa, a somiglianza di noi, escluso il peccato. Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia, per ricevere misericordia e trovare grazia ed essere aiutati al momento opportuno" (Eb 7,22-25; 4, 15-16).
Nella vita eucaristica ogni attività esteriore ècessata: qui rimane la vita del cuore senza interruzione, senza distrazione. Il Cuore di Gesù è assorbito interamente nel pregare per noi.
Cuore di Gesù, ricco per chi t'invoca, abbi pietà di noi.
Preghiamo: - Signore Gesù, che vivi nell'eucaristia in perenne intercessione per noi, unisci la nostra vita alla tua continua oblazione d'amore, perché nessuno vada perduto di quanti il Padre ti ha affidato. Concedi alla tua Chiesa di vegliare nella preghiera e nella disponibilità per compiere ciò che manca in essa alla tua passione, a favore dell'intera umanità. Tu che vivi e regni nei secoli del secoli. Amen.
Terzo mistero: Il Cuore di Gesù, sacrificio vivente.
“In verità, in verità vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell'uomo e non bevete il suo sangue, non avrete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell'ultimo giorno. Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue dimora in me e io in lui. Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia di me vivrà per me" (Gv 6, 53-57).
L’eucaristia rinnova in certo modo i misteri della passione. San Paolo ha scritto: "Ogni volta che mangiate di questo pane e bevete di questo calice, voi annunziate la morte del Signore finché egli venga" (1Cor 11,26).
Cuore di Gesù, fonte di giustizia e d'amore, abbi pietà di noi.
Preghiamo: - Signore Gesù, che ti sei sottomesso nell'amore alla volontà del Padre fino al dono totale della tua vita, fa' che a tuo esempio e per tua grazia possiamo offrire i sacrificio di noi stessi a Dio e ai fratelli, e unirci in maniera più decisa alla tua volontà di salvezza. Lo chiediamo a te che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.
Quarto mistero: il Cuore di Gesù rifiutato nel suo amore.
"Il calice della benedizione che noi benediciamo non forse comunione con il sangue di Cristo? E il pane che noi spezziamo, non è forse comunione con il corpo di Cristo? Poiché c'è un solo pane, noi, pur essendo molti, siamo un corpo solo: tutti infatti partecipiamo dell'unico pane... Non potete bere il calice del Signore e il calice dei demòni; non potete partecipare alla mensa del Signore e alla mensa dei demoni. O vogliamo provocare la gelosia del Signore? Siamo forse più forti di lui?" (1Cor 10, 16-17, 21-22)
Il Cuore di Gesù nell'Eucarestia è il solo e vero riparatore ed è, allo stesso tempo, - capace d'amare e di rendere grazie. Noi ci associamo a lui per questo grande compito della riparazione: il suo amore trasformerà le nostre azioni in atti d'amore, come ha trasformato l'acqua in vino a Cana.
Cuore di Gesù, pace e riconciliazione nostra, abbi pietà di noi.
Preghiamo: - Padre, che nell'Eucaristia ci fai gustare la presenza salvatrice del tuo Cristo, fa' che rendendogli l'omaggio della nostra fede, adempiamo anche al dovere di una giusta riparazione. Per Cristo nostro Signore. Amen.
Quinto mistero: Nel Cuore di Gesù a gloria del Padre.
“ E dicevano a gran voce: "L'Agnello che fu immolato è degno di ricevere potenza e ricchezza, sapienza e forza, onore, gloria e benedizione". Tutte le creature del cielo e della terra, sotto terra e nel mare e tutte le cose ivi contenute, udii che dicevano: "A Colui che siede sul trono e all'Agnello lode, onore, gloria e potenza, nei secoli dei secoli" (Ap 5, 12-13).
Non dobbiamo vivere che del Cuore di Gesù, e il Cuore di Gesù è solo soavità e misericordia. Il nostro solo desiderio sarà di diventare l'Eucaristia vivente del Cuore di Gesù come questo divin Cuore è la nostra eucaristia.
Cuore di Gesù, degno di ogni lode, abbi pietà di noi.
Preghiamo: - Padre, per la tua gloria e per la nostra salvezza, hai costituito sommo ed eterno sacerdote il Cristo tuo Figlio; concedi anche a noi, divenuti tuo popolo sacerdotale mediante il suo sangue, di unirci alla sua perenne eucaristia per fare di tutta la nostra vita un'oblazione di grazie al tuo nome. Per Cristo nostro Signore. Amen.
Terminare con la recita delle:
Litanie al Sacro Cuore di Gesù
Signore, pietà
Cristo, pietà
Signore, pietà
Cristo, ascoltaci
Cristo, esaudiscici
Padre celeste, Dio abbi pietà di noi
Figlio redentore del mondo, Dio
Spirito Santo, Dio
Santa Trinità, un solo Dio
Cuore di Gesù, Figlio dell'Eterno Padre abbi pietà di noi
Cuore di Gesù, formato dallo Spirito Santo nel seno della Vergine Maria
Cuore di Gesù, sostanzialmente unito al Verbo di Dio
Cuore di Gesù, maestà infinita
Cuore di Gesù, tempio santo di Dio
Cuore di Gesù, tabernacolo dell'Altissimo
Cuore di Gesù, casa di Dio e porta del cielo
Cuore di Gesù, fornace ardente di amore
Cuore di Gesù, fonte di giustizia e di carità
Cuore di Gesù, colmo di bontà e di amore
Cuore di Gesù, abisso di ogni virtù
Cuore di Gesù, degnissimo di ogni lode
Cuore di Gesù, re e centro di tutti i cuori
Cuore di Gesù, in cui si trovano tutti i tesori di sapienza e di scienza
Cuore di Gesù, in cui abita tutta la pienezza della divinità
Cuore di Gesù, in cui il Padre si compiacque
Cuore di Gesù, dalla cui pienezza noi tutti abbiamo ricevuto
Cuore di Gesù, desiderio della patria eterna
Cuore di Gesù,paziente e misericordioso
Cuore di Gesù, generoso verso tutti quelli che ti invocano
Cuore di Gesù, fonte di vita e di santità
Cuore di Gesù, ricolmato di oltraggi
Cuore di Gesù, propiziazione per i nostri peccati
Cuore di Gesù, annientato dalle nostre colpe
Cuore di Gesù, obbediente fino alla morte
Cuore di Gesù, trafitto dalla lancia
Cuore di Gesù, fonte di ogni consolazione
Cuore di Gesù, vita e risurrezione nostra
Cuore di Gesù, pace e riconciliazione nostra
Cuore di Gesù, vittima per i peccatori
Cuore di Gesù, salvezza di chi spera in te
Cuore di Gesù, speranza di chi muore
Cuore di Gesù, gioia di tutti i santi
Agnello di Dio che togli i peccati del mondo perdonaci, Signore
Agnello di Dio che togli i peccati del mondo esaudiscici, Signore
Agnello di Dio che togli i peccati del mondo abbi pietà di noi
V. Gesù, mite ed umile di Cuore,
R. Rendi il nostro cuore simile al tuo!
PREGHIAMO
O Dio onnipotente ed eterno,
guarda al Cuore del tuo dilettissimo Figlio e alle lodi e alle soddisfazioni che, in nome dei peccatori, ti assolve; e a coloro che invocano la tua misericordia, Tu concedi, placato, il perdono, nel nome del tuo stesso Figlio Gesù Cristo, che vive e regna con Te, nell'unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli di secoli. Amen
*
LA POTENZA DEL SANGUE DI CRISTO di Gabriele de Andreis 
Questo combattimento in sette parti dovrebbe essere inserito nelle nostre preghiere quotidiane con carattere preventivo. Chi ha dei gravi problemi di varia natura, che potrebbero essere causati dagli spiriti del male, dovrebbe fare questa preghiera particolarmente nei momenti in cui si sente maggiormente attaccato o disturbato. E' una preghiera molto efficace perché è fondata sulla fede in Gesù Cristo, invoca il nome di Gesù, chiede allo Spirito l'immersione nella potenza salvifica del Sangue di Gesù.
Diceva Santa Caterina da Siena: " Chi con la mano del libero arbitrio prende il Sangue di Cristo e lo applica al suo cuore, anche se è duro come diamante lo vedrà aprirsi al pentimento e all'amore".
Il Sangue di Cristo è onnipotente. Il Sangue di Gesù racchiude la salvezza di tutto il nostro essere ed è particolarmente efficace contro tutte le forze del male. Quello che segue è un modello per svolgere una preghiera vissuta nella potenza del Sangue di Cristo. Ognuno deve personalizzarla con parole ed espressioni proprie, sempre riferendosi alla Sacra Scrittura.
1) Lode e adorazione di Cristo e del Suo preziosissimo Sangue.
Signore Gesù, ti lodo e ti benedico perchè hai offerto Te stesso al Padre per salvare tutta l'umanità. Io ti appartengo perché tu mi hai riscattato dalla morte e mi hai unito a Te. Lode a Te perchè hai versato il tuo Sangue prezioso, il Sangue della Nuova Alleanza, il Sangue che dà la vita.
Lode e gloria a Te, Signore Gesù: Tu sei l'Agnello immolato per noi, l'Agnello di Dio che toglie il peccato dal mondo. Gloria al tuo nome, Gesù e gloria al tuo preziosissimo Sangue versato per tutta l'umanità. Lode al Tuo Sangue, al Sangue che ha vinto Satana, ha vinto il mondo, ha vinto la morte. Lode a Te preziosissimo e glorioso Sangue di Gesù Cristo.
2) Immersione nel Sangue di Gesù.
Spirito Santo, Tu che "prendi da Gesù e dai a noi" per la nostra salvezza, immergimi nel preziosissimo Sangue di Gesù Cristo: immergi tutto il mio spirito, tutta la mia anima, tutto il mio corpo. Lode a Te Gesù perchè il tuo Sangue mi lava, mi purifica, mi perdona, mi libera. Lode a Te Gesù, perchè il Tuo Sangue mi guarisce, mi benedice, mi comunica la vita. Lode a Te Gesù perchè il Tuo Sangue prezioso penetra in tutto il mio essere e porta la tua pace, la tua salvezza, il tuo perdono, la tua stessa vita divina. Lode a Te Gesù perchè con il tuo Sangue mi riscatti, mi proteggi e mi fai vincere la mia battaglia contro le forze del male.
3) Recisione di ogni legame occulto.
Nel Nome glorioso di Gesù Cristo, nella potenza del Suo preziosissimo Sangue, io recido ogni legame occulto tra me e qualsiasi persona. Nel Nome benedetto di Gesù Cristo, nella potenza del Suo preziosissimo Sangue, io recido ogni legame negativo con qualsiasi persona. Nel Nome Santo di Gesù Cristo, nella potenza del Suo preziosissimo Sangue, io mi separo da ogni specie di male di qualsiasi genere che viene contro di me.
4) Distruzione di ogni contaminazione occulta.
Nel Nome Santo e glorioso di Gesù Cristo, nella potenza del Suo preziosissimo Sangue, sia distrutta ogni contaminazione occulta penetrata dentro di me per effetto di qualsiasi rito magico, fattura, sortilegio, maleficio, magia o cose del genere.
5) Incatenamento di tutti gli spiriti del male.
Nel Nome glorioso e benedetto di Gesù Cristo, per opera dello Spirito Santo e nella potenza del Suo preziosissimo Sangue, siano incatenati tutti gli spiriti del male che mi circondano, mi assediano, mi disturbano, mi opprimono, mi... (nomina l'azione precisa che avverti) e siano posti sotto i piedi di Cristo in modo che non possano più tornare da me, a Lode e Gloria del Padre.
6) Comunione con il Sangue di Cristo per la guarigione.
Spirito Santo Ti prego nel Nome Santo di Gesù di riversare sulle mie ferite profonde, causate da qualsiasi azione occulta, il Sangue onnipotente di Gesù Cristo mio Signore e Salvatore, per la mia guarigione completa. Grazie Signore Gesù perchè il Tuo Sangue è balsamo prezioso che mi dona guarigione e forza a lode della Tua Gloria.
7) Protezione nel Sangue di Gesù.
Signore Gesù, il tuo Sangue prezioso mi avvolga e mi circondi come scudo potente contro tutti gli assalti delle forze del male in modo che io possa vivere pienamente in ogni istante nella libertà dei Figli di Dio e possa sentire la tua pace, rimanendo saldamente unito a Te, a lode e gloria del Tuo Santo Nome. Amen.
*
Preghiera per la guarigione fisica
Signore Gesù, credo che sei vivo e risorto. Credo che sei presente realmente nel Santissimo Sacramento dell'altare e in ciascuno di noi che crediamo in te. Ti lodo e ti adoro. Ti rendo grazie, Signore, per essere venuto da me, come Pane vivo disceso dal cielo. Tu sei la pienezza della vita, tu sei la risurrezione e la vita, tu Signore, sei la salute dei malati. Oggi ti voglio presentare tutti i miei mali, perché tu sei uguale ieri, oggi e sempre e tu stesso mi raggiungi dove mi trovo. Tu sei l'eterno presente e mi conosci. Ora, Signore, ti chiedo d'aver compassione di me. Visitami per il tuo vangelo, affinché tutti riconoscano che tu sei vivo, nella tua Chiesa, oggi; e che si rinnovi la mia fede e la mia anima. Abbi compassione delle sofferenze del mio corpo, del mio cuore e della mia anima. Abbi compassione di me, Signore, benedicimi e fa che possa riacquistare la salute. Che cresca la mia fede e che mi apra alle meraviglie del tuo amore, perché sia anche testimone della tua potenza e della tua compassione. Te lo chiedo, Gesù, per il potere delle tue sante piaghe per la tua santa Croce e per il tuo Preziosissimo Sangue. Guariscimi, Signore! Guariscimi nel corpo, guariscimi nel cuore, guariscimi nell'anima. Dammi la vita, la vita in abbondanza. Te lo chiedo per l'intercessione di Maria Santissima, tua Madre, la vergine dei dolori, che era presente, in piedi, presso la tua croce; che fu la prima a contemplare le tue sante piaghe, e che ci hai dato per Madre. Tu ci hai rivelato d'aver preso su di te i nostri dolori e per le tue sante piaghe siamo stati guariti. Oggi, Signore, ti presento con fede tutti i miei mali e ti chiedo di guarirmi completamente. Ti chiedo, per la gloria del Padre del cielo, di guarire anche i mali della mia famiglia e i miei amici. Fa che crescano nella fede, nella speranza e che riacquistino la salute per la gloria del tuo nome. Perché il tuo regno continui ad estendersi sempre più nei cuori attraverso i segni e i prodigi del tuo amore. Tutto questo, Gesù, te lo chiedo perché sei Gesù. Tu sei il Buon Pastore e noi siamo le pecorelle del tuo gregge. Sono così sicuro del tuo amore, che prima ancora di conoscere il risultato della mia preghiera, ti dico con fede: grazie, Gesù, per tutto quello che farai per me e per ciascuno di loro. Grazie per i malati che stai guarendo ora, grazie per quelli che stai visitando con la tua Misericordia.
*         
SURSA :
Pagina de Facebook  “Preghiere di Guarigione e Liberazione”
https://www.facebook.com/Preghiere-di-Guarigione-e-Liberazione-267170676694608/?fref=ts


Niciun comentariu:

Trimiteți un comentariu